Don Paolo

vescovo dei giovani

giulietti

Don Paolo (per gli amici, e dunque per tutti) è il nuovo arcivescovo di Lucca.
È mons Giulietti, attuale vescovo ausiliare di Perugia-Città della Pieve e “primo collaboratore” del cardinale presidente della Cei, Gualtiero Bassetti.
Cinquantacinque anni compiuti lo scorso 1° gennaio, Giulietti succede a Italo Castellani che ha guidato l’arcidiocesi di Lucca per oltre tredici anni e che lascia per raggiunti limiti di età avendo compiuto 75 anni lo scorso 1° luglio. L’annuncio della nomina è stato dato a Lucca dall’arcivescovo Castellani e a Perugia dal cardinale Bassetti, presidente della CEI.

Il suo corso studi lo vede anche alla Pontificia Università Salesiana dove ha ottenuto la licenza in teologia-pastorale giovanile e catechetica.
Fra gli incarichi svolti ci sono quelli di assistente dei giovani di Azione Cattolica, del gruppo Fuci di Perugia e della comunità di accoglienza Caritas per detenuti “San Giuseppe Cafasso”.
È stato anche responsabile e formatore degli obiettori di coscienza della Caritas diocesana.
Negli anni alla guida del Servizio Cei di pastorale giovanile (2001-2007) si è distinto nell’organizzazione della partecipazione di migliaia di giovani italiani alle Giornate mondiali della gioventù di Toronto (2002) e di Colonia (2005). Ai giovani ha sempre rivolto la sua attenzione promuovendo da direttore diocesano e regionale della pastorale giovanile un’opera di evangelizzazione che ha visto protagonisti gli stessi giovani.
È assistente spirituale della Confraternita di San Jacopo di Compostela a Perugia, presidente dell’associazione “Hope”, direttore editoriale di Umbria Radio e del settimanale diocesano La Voce e membro del consiglio di amministrazione della Fondazione Giovanni Paolo II per la gioventù in Roma. Promotore del pellegrinaggio a piedi e grande conoscitore degli itinerari percorsi da milioni di pellegrini ogni anno nel raggiungere le principali mete di spiritualità del continente europeo (Santiago de Compostela, Lourdes, Fatima, Czestochowa, Loreto…) e i luoghi sacri di Terra Santa, è autore di alcune guide per pellegrini, tra le quali La Via di Francesco.
Ma ha un buon pedegree di PG anche per la sua presenza intelligente e attiva nella redazione della rivista NOTE DI PASTORALE GIOVANILE, dove ha portato concretezza, capacità organizzativa, lucidità di pensiero, visione di futuro.
Ad esempio facendosi promotore di una rubrica sui "pellegrinaggi dei giovani" attraverso la riscoperta delle "vie classiche" (e da lui stesso faticosamente e gioiosamente percorse, zaino in spalla, dialoghi cammin facendo, presenza di prete...).
Qui sotto anche alcuni link dei suoi "lavori" in NPG.
In fase di progettazione è anche una collana Elledici dove viene ripreso il tema del cammino come esperienza pastorale.
Prete dei giovani, sarà vescovo dei giovani.
Questo è il nostro augurio, la nostra certezza... e la nostra preghiera.


ALCUNI ARTICOLI IN NPG

La proposta dei "Cammini"

La vera sfida del Sinodo sui giovani

Giovani e religione