Maria Cristina Cella Mocellin

Un convegno

aaabbb

Dagli scritti della Serva di Dio
Maria Cristina Cella Mocellin 

l’11 novembre 1984 inaugura così il suo Diario:

PROGETTO DI VITA

VOLER ASSOMIGLIARE SEMPRE PIÚ A GESÚ!
Dio mi dice: “Ti sento, ti comprendo, ti attendo,
devi essere tu però ad aprirti.”

Sono sicura che a me Dio chiede qualcosa di diverso
che agli altri ragazzi/e;

proprio per il mio carattere “speciale”
mi sento chiamata,

prima che ad agire come lui vuole,
a cambiare me stessa e per far questo c'è solo un modo:
lasciare indietro il mio “vecchio io” per andare verso gli altri.
Una risposta a questo mi viene dall’odierno ritiro:
devo liberarmi dai condizionamenti
che mi inducono a comportarmi
nel modo che non è quello più giusto.

Devo cioè imparare a vivere tenendo presente
il più grande maestro di vita: GESÚ.
Nell’amore e non nella discordia, portando la mia croce
con gioia e nella sofferenza accettando
la volontà di Dio e i compagni così come sono.