Gli articoli di

PASCUAL CHÁVEZ V.

chavez

Anche per d. Pascual, nono successore di don Bosco (2002-2014), si possono usare le stesse parole di affetto e simpatia usate per parlare del suo precedessore d. Juan E. Vecchi. Per la sua personale gentilezza e capacità di amicizia ed empatia verso tutti (ti guarda veramente negli occhi, si ricorda il tuo nome...!), per la sua grande competenza biblica (un dottorato a Salamanca), per la sua cultura che aggiorna sulle nuove tendenze culturali, per il suo amore a don Bosco, per la sua capacità di mettere al centro dell'essere "salesiani" la scelta di Dio e dei giovani (soprattutto nelle loro povertà esistenziali ed economico-sociali) e dunque per ridare vigore alla radicale scelta di Dio e passione educativo-pastorale per i giovani.
Detto questo, si deve ricordare ancora il suo impegno come Rettor Maggiore al rinnovamento della Congregazione e di ciascuno riattingendo alle fonti spirituali e carismatiche del Fondatore e alla memoria della propria vocazione (che è una consacrazione al Signore più che una scelta di campo di lavoro, o meglio una consacrazione al Signore dentro il proprio campo di lavoro). Di questo sono testimonianza anzitutto le scelte delle grandi tematiche per i Capitoli generali e le Lettere circolari di animazione, alcune delle quali (maggiormente attinenti al nostro tema) inserite nel settore del sito dedicato ai documenti dei Rettori Maggiori, e poi i vari interventi che qui sotto pubblichiamo, segno anche del suo affetto (e ammirazione!) per il lavoro della rivista e del CSPG.
Particolarmente significativa (e qui la citiamo con l'appropriato link) la Lettera circolare contenuta in ACG 407/2010: 
La pastorale giovanile salesiana, che ha raccolto quanto si veniva facendo nell'elaborazione del "Quadro di riferimento" della PG Salesiana avviata dal Dicastero di PG in forma "sinodale", e ha impresso alcune importanti sottolineature per offrire linee di futuro.
Da ultimo vogliamo sottolineare la sua presenza "fisica" attuale, là dove la comunità del CSPG (e la sede della rivista) per alcuni anni è stata (e attualmente è), all'interno del Comprensorio delle Catacombe di S. Callisto, gli incontri fraterni e le chiacchierate sulla PG, sulla cultura attuale, sui rischi di un restringimento del campo giovanile e della stessa proposta pastorale (troppo "spiritualista" o troppo "attivista"), o sul rischio di educatori che non "stanno veramente con e in mezzo ai giovani". Particolare gioia offre allo scrivente qualche discussione sui dossier o sugli articoli sia della rivista che delle NL (che d. Pascual puntualmente riceve e accuratamente legge), e la sua particolare predilezione per articoli che raccontano in maniera seria i giovani di oggi, o dossier e rubriche che hanno anche forza metodologica e di accompagnamento pratico dell'azione pastorale dell'educatore.
Insomma, un vero dono provvidenziale alla Congregazione al tempo del ruolo di vertice come adesso in quello tempo della testimonianza e della predicazione nel mondo intero (davvero mondo intero).


2003

- Spiritualità, comunione, impegno: linee per una PG nel tempo della globalizzazione (08/2003, pp. 4-12)

2005

- Venire alla fede. I cammini della fede per i giovani (08/2005, pp. 25-37)

2008

- Ritornare ai giovani con il cuore di Don Bosco. Intervista a d. Pascual Chávez Villanueva (03/2008, pp. 2-5)

2010

- Portare il Vangelo ai giovani (04/2010, pp. 3-17)

2013

- Le commemorazioni: Riconsegnato al Dio della vita (09/2013, pp. 7-11)