Le virtù quotidiane

Carlo Molari

virtuquotidiane

Vorrei ora raccogliere e sviluppare alcuni spunti sulle virtù quotidiane che qua e là ho avuto occasione di richiamare.
Virtù, dal latino «virtus», significa potenza, forza operativa, coraggio e indica, nell'uso comune, la capacità abituale di agire correttamente nelle diverse situazioni dell'esistenza.
Virtù sono, quindi, le abitudini buone acquisite con la ripetizione costante di atti.
Come i vizi sono le abitudini perverse e difettose, le virtù sono le abitudini buone e positive. Il criterio della bontà o della imperfezione di una abitudine operativa è la pienezza umana, la crescita della persona, la convivenza sociale, lo sviluppo di un gruppo o di un popolo.
Quando un modo abituale di comportarsi arricchisce di umanità e apre nuovi orizzonti di vita sociale, è una virtù.
Le virtù non si improvvisano ma risultano da una lunga serie di atti compiuti successivamente e con intenti buoni.
Non sono sufficienti atti ripetuti anche perfettamente per acquisire virtù, è necessario che anche le loro ragioni siano perfette.
Se, ad esempio, uno si esercita nella assistenza agli ammalati, ma la ragione delle sue azioni è o il guadagno o il desiderio di fare carriera o la stima dei colleghi, le abitudini che acquisisce non avranno quei caratteri di delicatezza, di rispetto, di dedizione che derivano invece dall'attenzione all'ammalato in quanto uomo sofferente. Le eventuali abitudini derivate dall'esperienza costituiranno capacità tecniche ma non virtù morali. I gesti buoni compiuti aiuteranno il malato a guarire, ma non avranno quella forza di vita che deriva invece da azioni umane autentiche.
Così non sono sufficienti le abitudini acquisite per influsso dell'ambiente o per tendenze naturali. È necessario che questi fattori, pure importanti, vengano personalizzati, diventino cioè espressioni di scelte libere, del dominio intégrale della propria realtà interiore.
Solo allora i gesti umani avranno quella carica vitale che comunica vita e che fa crescere persone.
Anche oggi, amici, con piccoli gesti buoni, compiuti per ideali autentici, possiamo rinsaldare le nostre virtù, contribuire al miglioramento della nostra esistenza e del nostro ambiente.