Pastorale Giovanile

    Campagna
    abbonamenti
    QuartinoNPG2024


    Letti 
    & apprezzati


    Il numero di NPG
    genn.-febbraio 2024


    Il numero di NPG
    dicembre 2023


    Newsletter
    genn.-febbraio 2024


    Newsletter
    dicembre 2023


    P. Pino Puglisi
    e NPG
    PPP e NPG


    Pensieri, parole
    ed emozioni


    Post it

    • On line il numero di GENNAIO-FEBBRAIO di NPG sulle strutture pastorali, e quello di DICEMBRE sulla PG degli ultimi 10 anni, sull'educazione alla pace.  E qui le corrispondenti NEWSLETTER: gennaio-febbraio 2024 e  dicembre 2023.
    • Attivate nel sito (colonna di destra "Terza paginA") varie nuove rubriche per il 2024.
    • Linkati tutti i DOSSIER del 2020 col corrispettivo PDF.
    • Messa on line l'ANNATA 2020: 118 articoli usufruibili per la lettura, lo studio, la pratica, la diffusione (citando gentilmente la fonte).
    • Due nuove rubriche on line: RECENSIONI E SEGNALAZIONI. I libri recenti più interessanti e utili per l'operatore pastorale, e PENSIERI, PAROLE

    Le ANNATE di NPG 
    1967-2024 


    I DOSSIER di NPG 
    (dall'ultimo ai primi) 


    Le RUBRICHE NPG 
    (in ordine alfabetico
    e cronologico)
     


    Gli AUTORI di NPG
    ieri e oggi


    Gli EDITORIALI NPG 
    1967-2024 


    VOCI TEMATICHE 
    di NPG
    (in ordine alfabetico) 


    I LIBRI di NPG 
    Giovani e ragazzi,
    educazione, pastorale

     


    I SEMPREVERDI
    I migliori DOSSIER NPG
    fino al 2000 


    Animazione,
    animatori, sussidi


    Un giorno di maggio 
    La canzone del sito
    Margherita Pirri 


    WEB TV


    NPG Facebook


    NPG Twitter



    Note di pastorale giovanile
    via Giacomo Costamagna 6
    00181 Roma

    Telefono
    06 4940442

    Email


    Un "canone" letterario

    per i giovani oggi

    Rubrica della NL di NPG

    A cura di Luigi Preziosi


    libreria


    Una premessa

    Che cosa chiediamo a un romanzo?
    La bellezza, senza dubbio.
    Una bellezza che sia “attiva”, che ci parli, ci interroghi e schiuda per noi visioni del mondo che non conosciamo o ce le mostri diverse da come le abbiamo immaginate. Un romanzo è quindi letteratura quando, una volta terminata la lettura, siamo, anche in misura infinitesimale, diversi da prima. Coincide allora con un’esperienza personale, e sostiene il nostro formarci, in tutte le età della vita, ma, evidentemente, soprattutto in quella giovanile. Così la letteratura, esperita nel romanzo, diventa anche mezzo di conoscenza. Di noi stessi e del mondo in cui viviamo, visto attraverso le lenti graduate dalle singole vicende personali di ognuno.
    Che un romanzo abbia, in misura più o meno ampia, e con variabile consapevolezza dell’autore, questa capacità di proporre durevoli verità sul nostro esistere, incidendo positivamente sull’impegno di comprensione della realtà che ogni giorno ci sollecita, è, con buona approssimazione, garantito dalla sua appartenenza ad un canone, che appunto, per essere tale, si caratterizza per “i valori identitari che danno forma alla comunità e a ogni soggetto che ne fa parte. Non solo quelli estetici, ma anche quelli etici, l’ideale dover essere, e spesso, il tragitto di formazione che definisce i tratti dell'appartenenza alla comunità” (Treccani). Ed è proprio in particolare su questi ultimi aspetti che concentreremo l’attenzione, indagando su alcuni romanzi che del canone novecentesco italiano fanno parte, evidenziandone le potenzialità di suscitare intelligenza e passione per il tempo in cui viviamo.


    I libri

    1. Il deserto dei Tartari
    Dino Buzzati

    2. Il giardino dei Finzi Contini
    Giorgio Bassani

    3. Il sentiero dei nidi di ragno
    Italo Calvino

    4. La cognizione del dolore
    Carlo Emilio Gadda

    5. Una questione privata
    Beppe Fenoglio

    6. ...



    Il curatore

    Luigi Preziosi. Collaboratore di alcuni siti letterari “storici” fin dai primi anni 2000, tra cui “Vibrisse” di Giulio Mozzi, e “Bombacarta” diretto da Antonio Spadaro, suoi interventi (recensioni e saggi) sono presenti anche su “La poesia e lo spirito”, “Diacritica”, “Altri animali”, “I libri di Mompracem”, “Bollettino ‘900” e “Bibliomanie”. Ha pubblicato inoltre studi su Umberto Saba, Carlo Michelstadter, Luigi Russo e Stefano Jacomuzzi. Autore dell’antologia di memorialisti garibaldini “Da Roma a Digione” (Nerosubianco, 2016), è attualmente uno dei curatori di “Senza rotta”, collana di narrativa italiana presso Arkadia, e redattore del quaderno elettronico di critica letteraria “Retroguardia 3.0”. E’ coautore di "Calvino, Biamonti, Magliani. Il racconto del paesaggio, lo sguardo, la luce" (ed. Exorma), uscito a luglio 2023.


    T e r z a
    p a g i n A


    NOVITÀ 2024


    Saper essere
    Competenze trasversali


    L'umano
    nella letteratura


    I sogni dei giovani x
    una Chiesa sinodale


    Strumenti e metodi
    per formare ancora


    Per una
    "buona" politica


    PROSEGUE DAL 2023


    Assetati d'eterno 
    Nostalgia di Dio e arte


    Abitare la Parola
    Incontrare Gesù


    Dove incontrare
    oggi il Signore


    PG: apprendistato
    alla vita cristiana


    Il filo di Arianna
    della politica


    Recensioni  
    e SEGNALAZIONI


    Santi giovani
    e giovinezza dei Santi


    NOVITÀ ON LINE


    Di felicità, d'amore,
    di morte e altro
    (Dio compreso)
    Chiara e don Massimo


    Ritratti di adolescenti
    A cura del MGS


    Storie di volontari


    Quello in cui crediamo
    Giovani e ricerca

    Rivista "Testimonianze"


    Universitari in ricerca
    Riflessioni e testimonianze FUCI


    Un "canone" letterario
    per i giovani oggi


    Sguardi in sala
    Tra cinema e teatro

    A cura del CGS

    invetrina2

    Etty Hillesum
    una spiritualità
    per i giovani
     Etty


    Semi e cammini 
    di spiritualità
    Il senso nei frammenti
    spighe


    Passeggiate nel
    mondo contemporaneo


     

    Main Menu