Pastorale Giovanile

    Home Indice

    Pastorale Giovanile

    Attesi dal suo amore
    Proposta pastorale 2024-25 

    MGS 24 triennio

    Materiali di approfondimento


    Letti 
    & apprezzati


    Il numero di NPG
    speciale sussidio 2024
    600 cop 2024 2


    Il numero di NPG
    maggio-giugno 2024
    600 cop 2024 2


    Newsletter
    SPECIALE 2024
    SPECIALE SUSSIDIO 2024


    Newsletter
    maggio-giugno 2024
    MAGGIO-GIUGNO 2024


    P. Pino Puglisi
    e NPG
    PPP e NPG


    Pensieri, parole
    ed emozioni


    Post it

    • On line il numero SPECIALE di NPG con gli approfondimenti della proposta pastorale, e quello di MAGGIO-GIUGNO sui "buchi neri dell'educazione".  E qui le corrispondenti NEWSLETTER: specialemaggio-giugno.
    • Attivate nel sito (colonna di destra "Terza paginA") varie nuove rubriche per il 2024.
    • Linkati tutti i DOSSIER del 2020 col corrispettivo PDF.
    • Messa on line l'ANNATA 2020: 118 articoli usufruibili per la lettura, lo studio, la pratica, la diffusione (citando gentilmente la fonte).
    • Due nuove rubriche on line: RECENSIONI E SEGNALAZIONI. I libri recenti più interessanti e utili per l'operatore pastorale, e PENSIERI, PAROLE

    Le ANNATE di NPG 
    1967-2024 


    I DOSSIER di NPG 
    (dall'ultimo ai primi) 


    Le RUBRICHE NPG 
    (in ordine alfabetico
    e cronologico)
     


    Gli AUTORI di NPG
    ieri e oggi


    Gli EDITORIALI NPG 
    1967-2024 


    VOCI TEMATICHE 
    di NPG
    (in ordine alfabetico) 


    I LIBRI di NPG 
    Giovani e ragazzi,
    educazione, pastorale

     


    I SEMPREVERDI
    I migliori DOSSIER NPG
    fino al 2000 


    Animazione,
    animatori, sussidi


    Un giorno di maggio 
    La canzone del sito
    Margherita Pirri 


    WEB TV


    NPG Facebook


    NPG Twitter



    Note di pastorale giovanile
    via Giacomo Costamagna 6
    00181 Roma

    Telefono
    06 4940442

    Email


     Ritornerà...

     


    L
    a vicenda dell'Ascensione non è finita con la nube che avvolge il Signore risorto. Due angeli scendono - ricordate, amici, il racconto degli Atti?- e invitano i discepoli a non stare a guardare il cielo. E aggiungono: «Quel Gesù che ora è salito al cielo ritornerà nel modo con cui lo avete visto andare». È strano - ancora una volta - questo linguaggio. Se egli è con noi fino alla fine del mondo, come ritornerà? da quale spazio lontano? da quale nascondiglio segreto? e ci darà l'appuntamento così da ritrovarci insieme per accoglierlo? e con quale apparato lo riceveremo? (Occorrerà una cerimonia solenne, con tanto di parata militare, di fanfara, di inno nazionale - se ce ne sarà uno - e di microfoni pronti per le prime dichiarazioni?...).

    Ecco la fantasia che s'è già mossa e ci ha tratteggiato un quadro tutto sommato scialbo, deludente, un po' goffo.

    La poesia più vera è nelle piccole cose della vita quotidiana. E il Signore Gesù si cela nel cuore della terra, nella nostra esistenza più normale: è con noi «tutti i giorni», ci ha assicurato, tutti i giorni, anche quelli più feriali e monotoni. E giungerà a noi da questo paese misterioso e lontano che è casa nostra. O nemmeno giungerà: toglierà il velo, piuttosto, che lo separa da noi e ce lo nasconde, poiché egli è già presente qui e adesso, tra i nostri pianti, i nostri brevi sorrisi, il nostro faticare e l'incerto sperare. Sarà come il rompersi d'un tenue guscio del mondo, ed egli apparirà per asciugare ogni lacrima, per portare a compimento i desideri più sofferti e mai dichiarati: e sarà la luce piena, la visione senza schermi, il ritrovarsi in una pace definitiva tra amici che la morte ha ghermito, e il rinascere di tutta la creazione che soffre le doglie del parto aspettando la liberazione ultima...

    Paradossale vicenda, quella cristiana: è l'attesa del ritorno di Uno che già è tra noi, una sorta di gioco esistenziale a nascondino, e non si riesce mai a vederlo finché Egli si manifesti e ci accolga nella sua gioia...

    Quando avverrà tutto questo? Alla fine della storia, diciamo. Ma quand'è la fine della storia? Abituati come siamo alla puntualità dei nostri cronometri, dei segnali-orario, delle sirene e degli orari ferroviari - quando non c'è sciopero - tolleriamo male l'incognita di un apparire improvviso e senza appuntamento. Non ci servono le previsioni degli astronomi o dei futurologi: Dio decide con una fantasia che non entra nelle formule matematiche. E poi, ancor prima di quello svelarsi finale, il Signore Gesù viene al termine di ogni vita: alla soglia della morte troviamo Lui che ci accoglie là dove temiamo vi sia buio e assurdo e il nulla.

    E poi, ancor prima di quell'incontro definitivo, la vita intera è ritmata da incontri con Lui: incontri che non offrono la definitività della morte o della conclusione del mondo; incontri suboscuri, aurorali, fragili e fugaci, ma che non sono meno veri; sono piuttosto anticipazioni, se il cuore sa leggere e cogliere la sua presenza velata...

    Cristo viene. Verrà all'ora della sveglia? all'ora della colazione? all'ora della posta o del tram o dell'ufficio o del pranzo o della Messa o della cena o delle pantofole o del vigile notturno? Viene, non «verrà»: a tutte queste ore. Purché il cuore sia attento. Purché lo si aspetti davvero e lo si sappia riconoscere: anche se si ignorano i lineamenti del suo volto, i colori dei capelli e degli occhi... Lo si riconoscerà, perché lo si è amato a lungo. Se lo si è amato...

    (Alessandro Maggiolini)


    T e r z a
    p a g i n A


    NOVITÀ 2024


    Saper essere
    Competenze trasversali


    L'umano
    nella letteratura


    I sogni dei giovani x
    una Chiesa sinodale


    Strumenti e metodi
    per formare ancora


    Per una
    "buona" politica


    Sport e
    vita cristiana
    rubrica sport


    PROSEGUE DAL 2023


    Assetati d'eterno 
    Nostalgia di Dio e arte


    Abitare la Parola
    Incontrare Gesù


    Dove incontrare
    oggi il Signore


    PG: apprendistato
    alla vita cristiana


    Passeggiate nel
    mondo contemporaneo
     


    NOVITÀ ON LINE


    Di felicità, d'amore,
    di morte e altro
    (Dio compreso)
    Chiara e don Massimo


    Vent'anni di vantaggio
    Universitari in ricerca
    rubrica studio


    Storie di volontari
    A cura del SxS


    Voci dal
    mondo interiore
    A cura dei giovani MGS

    MGS-interiore


    Quello in cui crediamo
    Giovani e ricerca

    Rivista "Testimonianze"


    Universitari in ricerca
    Riflessioni e testimonianze FUCI


    Un "canone" letterario
    per i giovani oggi


    Sguardi in sala
    Tra cinema e teatro

    A cura del CGS


    Recensioni  
    e SEGNALAZIONI

    invetrina2

    Etty Hillesum
    una spiritualità
    per i giovani
     Etty


    Semi e cammini 
    di spiritualità
    Il senso nei frammenti
    spighe


    Ritratti di adolescenti
    A cura del MGS


     

    Main Menu