Attesi dal suo amore
    Proposta pastorale 2024-25 

    MGS 24 triennio

    Materiali di approfondimento


    Letti 
    & apprezzati


    Il numero di NPG
    speciale sussidio 2024
    600 cop 2024 2


    Il numero di NPG
    maggio-giugno 2024
    600 cop 2024 2


    Newsletter
    SPECIALE 2024
    SPECIALE SUSSIDIO 2024


    Newsletter
    maggio-giugno 2024
    MAGGIO-GIUGNO 2024


    P. Pino Puglisi
    e NPG
    PPP e NPG


    Pensieri, parole
    ed emozioni


    Post it

    • On line il numero SPECIALE di NPG con gli approfondimenti della proposta pastorale, e quello di MAGGIO-GIUGNO sui "buchi neri dell'educazione".  E qui le corrispondenti NEWSLETTER: specialemaggio-giugno.
    • Attivate nel sito (colonna di destra "Terza paginA") varie nuove rubriche per il 2024.
    • Linkati tutti i DOSSIER del 2020 col corrispettivo PDF.
    • Messa on line l'ANNATA 2020: 118 articoli usufruibili per la lettura, lo studio, la pratica, la diffusione (citando gentilmente la fonte).
    • Due nuove rubriche on line: RECENSIONI E SEGNALAZIONI. I libri recenti più interessanti e utili per l'operatore pastorale, e PENSIERI, PAROLE

    Le ANNATE di NPG 
    1967-2024 


    I DOSSIER di NPG 
    (dall'ultimo ai primi) 


    Le RUBRICHE NPG 
    (in ordine alfabetico
    e cronologico)
     


    Gli AUTORI di NPG
    ieri e oggi


    Gli EDITORIALI NPG 
    1967-2024 


    VOCI TEMATICHE 
    di NPG
    (in ordine alfabetico) 


    I LIBRI di NPG 
    Giovani e ragazzi,
    educazione, pastorale

     


    I SEMPREVERDI
    I migliori DOSSIER NPG
    fino al 2000 


    Animazione,
    animatori, sussidi


    Un giorno di maggio 
    La canzone del sito
    Margherita Pirri 


    WEB TV


    NPG Facebook

    x 2024 400


    NPG X

    x 2024 400



    Note di pastorale giovanile
    via Giacomo Costamagna 6
    00181 Roma

    Telefono
    06 4940442

    Email


    Venom: quando i cattivi

    possono cambiare!

    Giuseppe Drago

    venom simbiosi

    Knock knock, let the devil in (Knock knock, lascia entrare il diavolo) scrive Eminem nel suo singolo “Venom”, prodotto proprio per l’uscita dell’omonimo film. Pensate se, da un momento all’altro, qualcuno bussasse alla porta di casa vostra pronunciando queste parole e se quel qualcuno fosse un alieno alto più di tre metri, tutto muscoli, con delle fauci piene di denti aguzzi! A primo impatto sicuramente non aprireste, ma dopo aver conosciuto più a fondo il nostro “eroe”, probabilmente lo lascereste entrare senza farvi problemi. Durante tutta la sua storia nel mondo dei fumetti, Venom è stato un personaggio che ha subito cambiamenti drastici e significativi; partendo dall’inizio proviamo a capire chi è veramente questo essere spaventoso. Forse non c’è momento storico migliore per parlare di virus e parassiti, poiché lo stesso Venom non è altro che un parassita alieno che tende a legarsi a creature viventi.
    Nell’universo Marvel queste creature sono conosciute come simbionti e il loro scopo principale è nutrirsi delle energie vitali del soggetto che li ospita fino a condurli alla morte, ma non in questo caso. Lui rappresenta il lato “buono” della medaglia e tende ad instaurare un rapporto di simbiosi e collaborazione con chi lo ospita. È il caso di Eddie Brock, noto reporter americano che conduce inchieste e indagini pericolose per raccontare al mondo la verità, e sarà proprio una delle sue inchieste, forse la più pericolosa, a condurlo da Venom che si “legherà” a lui senza più lasciarlo andare. Da quel momento Venom sarà la maschera di Eddie e i due combatteranno contro gli altri simbionti presenti sulla Terra, prima sconfiggendo Riot e poi Carnage, che volevano portare orrore e distruzione sul pianeta.
    Ciò che unisce i tre personaggi è la loro doppia identità: nel primo caso quella di reporter (Eddie) ed eroe (Venom), negli altri due casi quella di criminale (Carlton Drake e Cletus Kasady) e mostro (Riot e Carnage).
    Il tema della “maschera” è il vero motore del film e riveste un ruolo centrale in tutto il mondo dei supereroi e, quasi come in un’opera pirandelliana, vediamo i personaggi che si costruiscono un’altra identità che gli permette di vivere una vita parallela con altri compiti e obiettivi diversi. È la stessa “maschera”, dal mantello di Superman all’armatura di Tony Stark, dalla tuta di Peter Parker al simbionte di Eddie Brock, che determina il ruolo che l’eroe riveste nel contesto sociale e le aspettative che la società ripone in esso. Sarà proprio Eddie a rendersi conto di quanto sia importante accettare Venom e iniziare a collaborare con lui, capendo che volerlo eliminare dalla sua vita non farà altro che allontanare Eddie da tutti i suoi affetti e dalla società in generale. Come ogni rapporto che si rispetti anche il duo Eddie-Venom ha avuto alti e bassi, passando addirittura per momenti quasi tragici dove i due discutono pesantemente e il parassita decide di abbandonare l’ospite per poi, però, rincontrarsi per una causa che va oltre le loro incomprensioni, sconfiggere il nemico dell’umanità. È proprio il momento in cui i due si uniscono nuovamente a determinare l’evoluzione del loro rapporto: da unione conflittuale a simbiosi perfetta, tanto che sarà proprio questo rapporto così forte che li porterà a trionfare.
    Con il passare del tempo le incomprensioni tra la “maschera” e l’uomo diminuiscono e il loro rapporto si fortificherà sempre più, tanto che l’uno non potrà esistere senza l’altro, facendo anche maturare Venom stesso che da spaventoso mostro diventerà un essere ironico e razionale. Cade infatti la maschera pirandelliana e i due, durante un momento di riflessione di fronte ad una statua di Don Chisciotte e Sancho Panza, si rispecchieranno in loro! “Due persone diverse che hanno due visioni diverse del mondo, modi diversi di fare le cose. A volte non si stavano simpatici ma alla fine insieme hanno tirato fuori il meglio l’uno dall’altro” dirà Eddie riferendosi proprio ai due personaggi del romanzo di Miguel de Cervantes.
    Cosa ci insegnano due personaggi come loro? Da adolescenti e da giovani impariamo ad ascoltare noi stessi, a conoscere ogni lato della nostra personalità e accettarla così com’è, con tutte le sue sfumature, belle e brutte. Soprattutto ci insegnano a non avere paura delle sfide che la vita ci pone davanti e ad affrontarle sempre a testa alta, dalle banali faccende della vita quotidiana ad un virus minuscolo che sta mettendoci a durissima prova in questo tempo.


    T e r z a
    p a g i n A


    NOVITÀ 2024


    Saper essere
    Competenze trasversali


    L'umano
    nella letteratura


    I sogni dei giovani x
    una Chiesa sinodale


    Strumenti e metodi
    per formare ancora


    Per una
    "buona" politica


    Sport e
    vita cristiana
    rubrica sport


    PROSEGUE DAL 2023


    Assetati d'eterno 
    Nostalgia di Dio e arte


    Abitare la Parola
    Incontrare Gesù


    Dove incontrare
    oggi il Signore


    PG: apprendistato
    alla vita cristiana


    Passeggiate nel
    mondo contemporaneo
     


    NOVITÀ ON LINE


    Di felicità, d'amore,
    di morte e altro
    (Dio compreso)
    Chiara e don Massimo


    Vent'anni di vantaggio
    Universitari in ricerca
    rubrica studio


    Storie di volontari
    A cura del SxS


    Voci dal
    mondo interiore
    A cura dei giovani MGS

    MGS-interiore


    Quello in cui crediamo
    Giovani e ricerca

    Rivista "Testimonianze"


    Universitari in ricerca
    Riflessioni e testimonianze FUCI


    Un "canone" letterario
    per i giovani oggi


    Sguardi in sala
    Tra cinema e teatro

    A cura del CGS


    Recensioni  
    e SEGNALAZIONI

    invetrina2

    Etty Hillesum
    una spiritualità
    per i giovani
     Etty


    Semi e cammini 
    di spiritualità
    Il senso nei frammenti
    spighe


    Ritratti di adolescenti
    A cura del MGS


     

    Main Menu