«Nella buona e

nella cattiva sorte...»

A proposito della coppia e della sua fragilità

Silvia Vegetti Finzi


Considerare il matrimonio
dal vertice della sorte ci pone di
fronte a un foglio bianco su cui
scrivere la nostra storia, una biografi
a collettiva di cui siamo al
tempo stesso autori e attori, narratori
e protagonisti. Si tratta di un
impegno interiore, di un compito
ininterrotto da svolgere in noi e per
noi. Come osserva André Maurois:
«Un matrimonio felice è una lunga
conversazione che sembra sempre
troppo breve».

Qui l'articolo in pdf