Pastorale dei preadolescenti (libro)

Mario Delpiano

Pastorale dei preadolescenti

Ragazzi, educazione alla fede e comunità ecclesiale

Elledici 1991

past pre

 

(Qui il PDF)

Prefazione

Prima parte:
NEL PLURALISMO UNA SCELTA

Capitolo primo: Il modello
1. Nel pluralismo
1.1. Accettando il pluralismo come dono e sfida
1.2. Il rischio di una collocazione
2. La collocazione teologica: l'Incarnazione come criterio
2.1. La vita dell'uomo è la grande passione di Dio
2.2. Il Dio di Gesù, chinato sul povero
3. La collocazione culturale: il modello ermeneutico
3.1. La circolarità ermeneutica tra mondi differenti
4. La collocazione educativa: la scommessa nell'educazione alla fede
4.1. Amore alla vita e passione educativa
4.2. Educazione e educazione alla fede
4.3. Il servizio dell'educazione per dilatare la capacità di risposta
5. L'evangelo come buona notizia per i preadolescenti
5.1. L'evangelizzazione a partire dagli ultimi
Bibliografia

Seconda parte:
LA SITUAZIONE: ANALISI, INTERPRETAZIONE E GIUDIZIO

Capitolo secondo: La società e la cultura in cui vivono i preadolescenti
1. Vivere in una società policentrica
1.1. Da preadolescenti nel mondo divenuto labirinto
2. La perdita del «centro simbolico»

2.1. Politeismo dei valori e senso religioso
2.2. L'esito incompiuto della secolarizzazione
2.3. L'altro esito della secolarizzazione
Bibliografia

Capitolo terzo: Preadolescenti, domanda di vita e domanda religiosa
1. Gli interrogativi per un'analisi della situazione
2. Quale domanda dai destinatari?
2.1. La domanda in prospettiva pastorale
2.2. I diversi livelli di sviluppo della domanda
2.3. La categoria della «domanda religiosa»
2.4. L'elaborazione della domanda
3. La domanda dei preadolescenti in prospettiva pastorale»
3.1. Una intensa domanda di vita
3.2. Una forte domanda di «cambio»
3.3. Una domanda più grande dei singoli bisogni
4. I livelli di espressione della domanda
4.1. Il livello delle domande di significato
4.2. Il livello della domanda di senso
5. Vivere da preadolescenti il livello del senso
5.1. Una domanda di vita aperta all'invocazione?
5.2. Quasi smarriti nella produzione di significati e di senso
5.3. Una domanda aperta alla consegna di sé
5.4. Una soglia abbassata dell'esperienza del limite?
Bibliografia

Capitolo quarto: Religiosità dei preadolescenti: domanda religiosa o domanda di altro?
1. La religiosità dei preadolescenti tra consumismo e domanda di «altro»
1.1. Il «cambio» coinvolge anche la religiosità
1.2. Interrogativi sulla religiosità dei preadolescenti di oggi
1.3. Il legame tra religiosità e vita quotidiana
2. Per una lettura pastorale della religiosità dei preadolescenti
2.1. Fiducia vitale e religiosità
2.2. Fiducia vitale e induzione del mondo simbolico religioso
2.3. Religiosità dei preadolescenti come «domanda di altro»
3. Urgenza di una educazione alla domanda
3.1. Un nuovo contesto intersoggettivo come condizione vitale
Bibliografia

Capitolo quinto: Comunità ecclesiale e preadolescenti
1. Ricchezza di una prassi variegata
1.1. Un punto di osservazione per uno sguardo sulla molteplicità
1.2. Una griglia per recensire i modelli
2. Analisi critica dei modelli
2.1. Il modello centrato sul sacramento
2.2. Il modello centrato sull'adulto
2.3. Il modello dell'attenzione formativa settoriale
2.4. Il modello della logica del seme
Bibliografia

Capitolo sesto: I problemi e le sfide
1. Un problema di comunicazione
1.1. Una comunicazione segnata dal disagio
2. Primo problema: un patto comunicativo da ricontrattare
2.1. La possibilità di una comunicazione tra diversi
2.2. Il disagio di una comunicazione forzata
2.3. Per un nuovo patto
3. Secondo problema: una comunicazione povera di messaggio
4. Terzo problema: l'evangelizzazione e l'educazione della domanda
4.1. Una domanda di vita da prendere sul serio
5. Quarto problema: una comunicazione vitale non ridotta a informazione
5.1. Assicurare la comunicazione simbolica
Bibliografia

Terza parte:
UNA PASTORALE PER L'INTEGRAZIONE FEDE-VITA NEI PREADOLESCENTI

Capitolo settimo: L'obiettivo della pastorale dei preadolescenti
1. L'obiettivo viene da lontano e guarda lontano
1.1. L'obiettivo tra passato, presente e futuro
1.2. L'obiettivo e i compagni di viaggio
1.3. Diversi livelli di obiettivo
2. L'obiettivo al primo livello
2.1. «Integrazione fede-vita» come obiettivo globale
2.2. Gesù il Signore né coabitante né concorrente
3. La situazione come problema per l'obiettivo
3.1. Sempre dentro il modello ermeneutico
3.2. Interrogativi che nascono
3.3. La situazione culturale attuale come problema
3.4. La situazione di disintegrazione del preadolescente come problema
4. La riformulazione dell'obiettivo a partire dai destinatari: secondo livello
4.1. Una formulazione non discriminante
4.2. La vita: il contenuto della nuova appartenenza
4.3. Il «sì alla vita» da preadolescente
5. Perché l'obiettivo sia progressivo e verificabile: terzo livello
5.1. Sì a liberare «insieme» la novità del cambio
5.1.1. Il contesto vitale come condizione
5.1.2. Verso l'operazionalizzazione dell'obiettivo
5.2. Sì a divenire «soggetto» del cambiamento
5.3. Sì alla vita che non si chiude e rimane aperta sull'«oltre»
5.4. Sì all'incontro con Gesù il Signore dentro la grande storia della vita
5.4.1. Un incontro gratuito che anticipa la domanda
Bibliografia

Quarta parte:
VERSO L'OPERATIVO: UN METODO PER LA PASTORALE DEI PREADOLESCENTI

Capitolo ottavo: Il metodo. Linee per l'azione
1. Cosa è metodo
1.1. Recensire, selezionare, organizzare le risorse
2. Il cuore del metodo: la relazione educativa
2.1. Cosa intendiamo per relazione educativa
2.2. La relazione educativa: nel gruppo con un animatore
3. La scelta degli ultimi nel metodo: l'accoglienza di ogni domanda di vita
3.1. Per una traduzione anche metodologica della scelta degli ultimi
3.2. Bisogni, interessi, domande di vita
4. L'educazione della domanda di vita
4.1. Le condizioni: cultura sociale, esperienza, ambiente educativo strutturato
4.2. Le tappe di approfondimento della domanda
4.2.1. Prima tappa: oltre la cosificazione
4.2.2. Seconda tappa: appropriazione dei significati
4.2.3. Terza tappa: il gusto e la scoperta del senso delle cose
4.2.4. Quarta tappa: verso la soglia della domanda religiosa
4.2.5. Quinta tappa: l'Evangelo come offerta vitale
Bibliografia

Capitolo nono: L'itinerario di educazione alla fede dei preadolescenti
1. La sequenzialità dei processi vitali
1.1. Gli obiettivi come sentieri e le risorse come percorso
2. Le aree e i movimenti progressivi dell'itinerario
2.1. La scelta dei destinatari
2.2. La compagnia degli ultimi
2.3. Un itinerario unico in tre aree
2.4. Le logiche regionali delle aree
2.5. Un processo continuo e circolare
2.6. Gli altri elementi dell'itinerario
3. Prima area: liberare il cambio
3.1. Primo movimento
3.2. Secondo movimento
3.3. Terzo movimento
3.4. Quarto movimento
4. Seconda area: verso l'incontro con Gesù di Nazaret, il Signore della vita
4.1. Primo movimento
4.2. Secondo movimento
4.3. Terzo movimento
4.4. Quarto movimento
4.5. Quinto movimento
5. Terza area: la vita esplode in pienezza
5.1. Quale priorità?
5.2. Puntualizzazioni intorno alla vita etica del preadolescente
5.2.1. Vita etica e ricerca dell'autonomia
5.2.2. Vita etica e coscienza personale
5.2.3. Il nodo del problema etico nella preadolescenza
5.2.4. I movimenti progressivi della terza area
5.3. Primo movimento
5.4. Secondo movimento
5.6. I movimenti progressivi che riformulano la spiritualità
5.6.1. La relazione tra vita etica e spiritualità
5.6.2. La spiritualità: una vita che si comprende e si dice dentro figure piene di vita
5.7. Quarto movimento
5.8. Quinto movimento
Bibliografia