Segnalazione
 corradi

pp. 138 - € 13,00

Prefazione di Don Michele Falabretti
Postfazione di Padre Amedeo Cencini, FdCC
Con il contributo di Don Giuseppe Mariano Roggia, SDB

La crisi delle vocazioni religiose, la caduta della frequenza ai riti, il distacco dai contesti ecclesiali, sono segnali di un cambiamento nel rapporto tra i giovani e la sfera religiosa che, secondo molti, condurrebbe a una generazione incredula. Eppure, nella Chiesa, nascosti come la sorgente che poi diventa un fiume, sono presenti indizi di un’inedita disponibilità alla fede, di un nuovo modello di incontro tra uomo e Dio che passa proprio dalle scelte non scontate di alcuni giovani che abbracciano la vita consacrata o che, come laici, animano percorsi di ricerca spirituale e nuove proposte di vita comunitaria. Nel riflettere su questi segni di speranza, il testo offre una lettura della religiosità giovanile che va oltre la rassegnazione e l’apprensione per i numeri, e che si traduce in concrete azioni d’intervento pastorale che aiutano a rimettersi in cammino con i giovani per il rinnovamento della vita ecclesiale.

Valerio Corradi, laureato in Scienze dell’educazione e in Scienze religiose, è Ph.D. in Sociologia.
Insegna all’Università Cattolica del Sacro Cuore e all’Università Pontificia Salesiana.
Svolge attività di ricerca sui temi della religiosità giovanile e delle vocazioni religiose e laicali.
È consulente di enti pubblici e di privato sociale e collabora con riviste e quotidiani. Collabora con la rivista "Note di Pastorale giovanile". Tra gli altri, ha pubblicato Giovani ed esperienza religiosa. Verso nuovi paradigmi ("Salesianum" n. 2/2017); Giovani e senso della vita. Vademecum per l’accompagnamento vocazionale (con G.M. Roggia, Roma 2018).