Campagna
    abbonamenti
    QuartinoNPG2024


    Letti 
    & apprezzati


    Il numero di NPG
    maggio-giugno 2024
    600 cop 2024 2


    Il numero di NPG
    marzo-aprile 2024
    600 cop 2024 2


    Newsletter
    maggio-giugno 2024
    NL 3 2024


    Newsletter
    marzo-aprile 2024
    NL 2 2024


    P. Pino Puglisi
    e NPG
    PPP e NPG


    Pensieri, parole
    ed emozioni


    Post it

    • On line il numero di MAGGIO-GIUGNO di NPG sui "buchi neri dell'educazione" e quello di MARZO-APRILE sulla narrazione biblica.  E qui le corrispondenti NEWSLETTER: maggio-giugnomarzo-aprile.
    • Attivate nel sito (colonna di destra "Terza paginA") varie nuove rubriche per il 2024.
    • Linkati tutti i DOSSIER del 2020 col corrispettivo PDF.
    • Messa on line l'ANNATA 2020: 118 articoli usufruibili per la lettura, lo studio, la pratica, la diffusione (citando gentilmente la fonte).
    • Due nuove rubriche on line: RECENSIONI E SEGNALAZIONI. I libri recenti più interessanti e utili per l'operatore pastorale, e PENSIERI, PAROLE

    Le ANNATE di NPG 
    1967-2024 


    I DOSSIER di NPG 
    (dall'ultimo ai primi) 


    Le RUBRICHE NPG 
    (in ordine alfabetico
    e cronologico)
     


    Gli AUTORI di NPG
    ieri e oggi


    Gli EDITORIALI NPG 
    1967-2024 


    VOCI TEMATICHE 
    di NPG
    (in ordine alfabetico) 


    I LIBRI di NPG 
    Giovani e ragazzi,
    educazione, pastorale

     


    I SEMPREVERDI
    I migliori DOSSIER NPG
    fino al 2000 


    Animazione,
    animatori, sussidi


    Un giorno di maggio 
    La canzone del sito
    Margherita Pirri 


    WEB TV


    NPG Facebook


    NPG Twitter



    Note di pastorale giovanile
    via Giacomo Costamagna 6
    00181 Roma

    Telefono
    06 4940442

    Email

    Diversamente felice


    Diversamente felice

    Federico e il sogno di una società dell’inclusione

    Federico De Rosa *

    de rosa 2


    Sono una giovane persona autistica di ventotto anni. La mia vita non è stata facile perché da bambino ero totalmente incapace di parlare ed anche di capire e gestire le situazioni che vivevo. Ero molto triste perché il mio mondo era separato dal mondo degli altri.
    Ma a otto anni incominciai a scrivere con il computer ed anche per me cominciò così ad aprirsi un canale di comunicazione con gli altri.
    A tredici anni riuscii a svolgere il mio primo tema di italiano. La traccia chiedeva cosa avrei fatto da grande. Io scrissi che avrei dedicato la mia vita ad aiutare autistici e non autistici a capirsi.
    Terminata la scuola superiore, mio padre mi fece notare che scrivevo spesso cose molto profonde e molto belle e che avrei dovuto provare a scrivere un libro. Tramite un mio amico sacerdote, entrammo in contatto con Edizioni San Paolo e con mio grande stupore ad ottobre 2013 ebbi il contratto per il mio primo libro.
    Non sapevo parlare ma scrivevo libri. Era fantastico.
    Dopo un anno di lavoro, a ottobre 2014, uscì “Quello che non ho mai detto”, il mio primo libro in cui narravo la mia storia ma anche cominciavo già a spiegare come funzionava la mia mente autistica e come fare per entrarci in relazione.
    Con mio grande stupore, il libro fu un successo ed il primo dicembre 2014 mi ritrovai sul palco di una sala gremita a ritirare un premio letterario, il Premio Montesacro.
    Nei mesi seguenti, cominciai a lavorare in Facebook. Le mamme di bimbi autistici mi facevano domande su comportamenti dei loro bimbi che loro trovavano incomprensibili ed io fornivo le risposte. La mia missione intuita scrivendo il mio primo compito in classe a tredici anni, stava prendendo forma.
    Divenni discretamente famoso e cominciai a girare l’Italia invitato da associazioni e istituzioni come anche fui invitato a diverse trasmissioni televisive.
    Nel 2016 uscì il mio secondo libro e nel 2020 il terzo. Nel frattempo ho anche cominciato a scrivere stabilmente su alcune riviste e da poco anche sul sito di Repubblica.
    Anche con il mio piccolo contributo, spero, in questi anni il mondo dell’autismo è cambiato tanto. Sempre meno siamo visti come malati handicappati da compatire e sempre più come persone neuro diverse da capire ed integrare nella società.
    Cosa mi riserva il futuro?
    Io non lo so e non mi importa. L’importante è continuare a seguire il mio filo rosso: capirsi tra diversi per poter vivere insieme. Insieme veramente.

    * Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.


    T e r z a
    p a g i n A


    NOVITÀ 2024


    Saper essere
    Competenze trasversali


    L'umano
    nella letteratura


    I sogni dei giovani x
    una Chiesa sinodale


    Strumenti e metodi
    per formare ancora


    Per una
    "buona" politica


    Sport e
    vita cristiana
    rubrica sport


    PROSEGUE DAL 2023


    Assetati d'eterno 
    Nostalgia di Dio e arte


    Abitare la Parola
    Incontrare Gesù


    Dove incontrare
    oggi il Signore


    PG: apprendistato
    alla vita cristiana


    Passeggiate nel
    mondo contemporaneo

     


    NOVITÀ ON LINE


    Di felicità, d'amore,
    di morte e altro
    (Dio compreso)
    Chiara e don Massimo


    Vent'anni di vantaggio
    Universitari in ricerca
    rubrica studio


    Storie di volontari
    A cura del SxS


    Voci dal
    mondo interiore
    A cura dei giovani MGS

    MGS-interiore


    Quello in cui crediamo
    Giovani e ricerca

    Rivista "Testimonianze"


    Universitari in ricerca
    Riflessioni e testimonianze FUCI


    Un "canone" letterario
    per i giovani oggi


    Sguardi in sala
    Tra cinema e teatro

    A cura del CGS


    Recensioni  
    e SEGNALAZIONI

    invetrina2

    Etty Hillesum
    una spiritualità
    per i giovani
     Etty


    Semi e cammini 
    di spiritualità
    Il senso nei frammenti
    spighe


    Ritratti di adolescenti
    A cura del MGS


     

    Main Menu