Wanda: sorella, moglie e madre

con superpoteri straordinari

e tanta voglia di normalità

Matteo Buda

wanda

Wanda Maximoff, conosciuta anche come Scarlet Witch, è sicuramente uno dei personaggi più controversi e misteriosi di tutto il Marvel Cinematic Universe. Ciò che rende unico questo personaggio è la voglia di rivincita e di riscatto rispetto al passato. Il suo vissuto non è affatto semplice da spiegare e la sua vita è probabilmente la più difficile tra tutti i supereroi: l’uccisione dei genitori, l’essere usata come cavia per esperimenti dell’Hydra, la morte del fratello in combattimento e il sacrificio del suo amato Visione, per citare solo alcuni dei tanti episodi. Non è una che cerca fama, non voleva nemmeno avere questi poteri; Wanda ha sempre desiderato una vita tranquilla, con un marito e dei figli, in una cittadina dove tutti conoscono tutti. Il personaggio-eroina ha capacità incredibili come la possibilità di controllare la mente altrui e instaurare un rapporto di telecinesi, che si scopriranno essere poi solo la punta dell’iceberg dei suoi poteri. Ciò che ha più destabilizzato la mente di Wanda, è stata sicuramente la morte di Visione, suo amato, e il “blip” (il tempo di cinque anni tra lo sterminio di metà degli abitanti dell’universo in un colpo solo e la loro ricomparsa) causato da Thanos in “Avengers Infinity war”. Il dolore provato l’ha portata a creare un’intera cittadina con persone controllare da lei; da qui nasce la serie TV Wanda Vision, impostata come una vera e propria sitcom. Gli sviluppi di questa serie procedono in maniera sempre più inaspettata e un finale epico lascia intuire che Wanda sarà un personaggio centrale per tanti altri film, tesi confermata dal teaser di “Doctor Strange 2”. Ciò che rende Wanda uno dei supereroi più amati dagli adolescenti e dai giovani è il suo atteggiamento: nonostante sia tra i più forti dell’universo, con poteri magici e di stregoneria che nessuno possiede, si pone come un essere umano, come uno tra tanti, comprendendo pian piano le proprie potenzialità e la maturità giusta. Spesso nei film dei supereroi vengono integrate tematiche sociali che non sempre vengono ben espresse, quasi delle forzature nelle peculiarità del personaggio per evidenziare una determinata tematica che fa storcere il naso a non pochi fa. Questo in Wanda non traspare! La sua personalità e la sua forza vanno al di là del genere, poiché non si esalta la donna o la supereroina, quanto la sua storia e il carattere gentile ma pungente. Wanda piace sì per le sue potenzialità, ma soprattutto per i suoi semplici desideri quotidiani e la volontà di avere una vita semplice, in famiglia, che la rende molto più “umana” di tanti altri supereroi. Paradossalmente Iron Man, umano in tutto e per tutto, è molto lontano dalla realtà che ci circonda, mentre Wanda si pone sempre sullo stesso piano dei comuni mortali. Desidera amicizia, amore e fiducia nella sua vita, che difficilmente però riesce a trovare, e ciò non capita di continuo anche a noi? L’evoluzione di questo personaggio è, di comparsa in comparsa, sempre più entusiasmante con un futuro ricco di punti interrogativi e non vediamo l’ora di rivederla in azione.