SEGNALAZIONE


copertina 2 1


Il libro
Ha ancora senso sposarsi o è meglio prendersi un cane, un gatto, un porcellino d'India? La tesi del libro è che sposarsi sia sensatissimo e richieda due grandi alleati: la fede in Dio e fiumi di ironia. Grazie all'ironia, una moglie può ridere di tutto e soprattutto di se stessa e delle sue scoperte, come il potere salvifico delle uova, non tanto per l'anima, quanto per gli affamatissimi familiari, quando è tardi e non c’è niente di immediatamente commestibile per cena. L’autrice, malgrado la sua vita sconclusionata, in cui fa il bucato di notte e nei week end, manco fosse un hobby, ha scoperto il segreto della felicità coniugale e da allora va ripetendolo a tutti: «Amatevi finché morte non vi separi». Per riuscirci, sconsiglia di perdere tempo aspettando il principe azzurro o Mr Giusto e invece incoraggia ad arruolare alla causa del matrimonio un brav’uomo, ovvero un classico esemplare maschile, capace di fare una sola cosa per volta, di dire sempre la frase sbagliata e di non trovare mai niente nei cassetti, ma disposto a farsi muro, per proteggere sua moglie e amarla come la propria carne. Per contribuire alla riuscita del matrimonio si consigliano alle mogli un regolare training di esercizi di perdono e tecniche di accoglienza e allenamento alla gratitudine, accettando di passare sopra al fatto che il marito non sia perfetto.

L'autrice
Vive a Milano. Si è laureata in Chimica farmaceutica e ha un Master in Scienza e fede, presso l'ateneo Pontificio Regina Apostolorum.
Da venticinque anni lavora nell'export di aziende italiane del settore salute.

Dati
Effatà Editrice, 2022 • 144 pagg. • € 14,00
Per informazioni e materiali: Roberto Falciola, Ufficio Stampa e Relazioni Esterne di Effatà Editrice: tel. 0121.353.452; cellulare 333.320.4453; Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.