Campagna
    abbonamenti
    QuartinoNPG2024


    Letti 
    & apprezzati


    Il numero di NPG
    maggio-giugno 2024
    600 cop 2024 2


    Il numero di NPG
    marzo-aprile 2024
    600 cop 2024 2


    Newsletter
    maggio-giugno 2024
    NL 3 2024


    Newsletter
    marzo-aprile 2024
    NL 2 2024


    P. Pino Puglisi
    e NPG
    PPP e NPG


    Pensieri, parole
    ed emozioni


    Post it

    • On line il numero di MAGGIO-GIUGNO di NPG sui "buchi neri dell'educazione" e quello di MARZO-APRILE sulla narrazione biblica.  E qui le corrispondenti NEWSLETTER: maggio-giugnomarzo-aprile.
    • Attivate nel sito (colonna di destra "Terza paginA") varie nuove rubriche per il 2024.
    • Linkati tutti i DOSSIER del 2020 col corrispettivo PDF.
    • Messa on line l'ANNATA 2020: 118 articoli usufruibili per la lettura, lo studio, la pratica, la diffusione (citando gentilmente la fonte).
    • Due nuove rubriche on line: RECENSIONI E SEGNALAZIONI. I libri recenti più interessanti e utili per l'operatore pastorale, e PENSIERI, PAROLE

    Le ANNATE di NPG 
    1967-2024 


    I DOSSIER di NPG 
    (dall'ultimo ai primi) 


    Le RUBRICHE NPG 
    (in ordine alfabetico
    e cronologico)
     


    Gli AUTORI di NPG
    ieri e oggi


    Gli EDITORIALI NPG 
    1967-2024 


    VOCI TEMATICHE 
    di NPG
    (in ordine alfabetico) 


    I LIBRI di NPG 
    Giovani e ragazzi,
    educazione, pastorale

     


    I SEMPREVERDI
    I migliori DOSSIER NPG
    fino al 2000 


    Animazione,
    animatori, sussidi


    Un giorno di maggio 
    La canzone del sito
    Margherita Pirri 


    WEB TV


    NPG Facebook


    NPG Twitter



    Note di pastorale giovanile
    via Giacomo Costamagna 6
    00181 Roma

    Telefono
    06 4940442

    Email


     

    La libertà di errore

    degli eletti

    Enzo Bianchi

    Negli ultimi tempi la parola “discernimento” è molto presente sulle labbra dei cattolici, soprattutto dopo l’avvento di papa Francesco, il quale ha subito manifestato la sua convinzione che il discernimento è tra le operazioni più urgenti oggi nella chiesa, fino a indicarlo come tema del prossimo sinodo dei vescovi (“I giovani, la fede e il discernimento vocazionale”, ottobre 2018).
    Ma l’operazione del discernimento è sempre stata presente nella vita della chiesa, a partire dal discernimento sulle persone in vista dell’assunzione di un ministero o di un incarico nella comunità cristiana. Proprio su questo discernimento delle persone vorrei soffermarmi, per esprimerne tutte le difficoltà, per delineare come può avvenire, ma senza nascondere che i risultati a volte possono essere in contraddizione con l’intenzione del discernimento. Nel discernimento delle persone nessuno è infallibile: si può sbagliare, e si può operare un discernimento che, lasciando intatta la libertà delle persone, si mostra catastrofico.
    È bene a questo proposito ricordare il Vangelo: Gesù ha chiamato a sé, alla sua sequela, degli uomini che hanno risposto liberamente e positivamente, abbandonando tutto – famiglia e professione – per seguirlo. Già in questo, al di là della stilizzazione dei racconti evangelici, Gesù ha fatto discernimento, perché ci viene anche testimoniato che qualcuno voleva seguirlo ma lui glielo ha impedito, rimandandolo indietro.
    Più tardi, dopo una lunga condivisione di vita e di insegnamento donato, Gesù deve scegliere tra quel gruppo i dodici rappresentanti delle dodici tribù di Israele, il popolo di Dio scelto e benedetto: Gesù passa la notte in preghiera, pensando davanti al Padre, sotto la guida dello Spirito santo, suo compagno inseparabile, per discernere chi doveva scegliere e istituire in quel gruppo come “apostoli”. E al mattino “chiamò a sé quelli che voleva” e “ne fece dodici, perché stessero con lui e per mandarli a predicare” (Mc 3,13-14). Discernimento attraverso le tappe del conoscere-vedere (chiamare per nome), del pensare e pregare davanti a Dio, del decidere e compiere la scelta.
    Ma i vangeli ci testimoniano che proprio tra quei dodici c’è un discepolo che tradirà Gesù, favorendo la sua cattura e dunque la sua passione e morte: Giuda Iscariota, messo all’ultimo posto della lista dagli evangelisti, eppure un uomo chiamato, scelto e amato da Gesù! Com’è stato possibile? Da un lato la scelta avviene comunque a partire da persone reali e non da profili ideali: si sceglie tra quelli che ci sono! D’altro lato, l’esito negativo della scelta è possibile perché il discernimento dell’elezione non toglie la libertà all’eletto, che può imboccare il cammino della de-vocazione, della rivolta, della negazione di tutta la vicenda condivisa con Gesù. Questo l’enigma del male, l’azione di satana in un discepolo di Gesù: impossibile da spiegare, comprendere, giustificare…
    Questo evento della vita di Gesù dovrebbe essere maggiormente meditato, non solo nel suo esito finale. Sovente nella chiesa il papa o un vescovo scelgono collaboratori, nominano vescovi ausiliari che poi con il loro stile e la loro azione non solo si rivelano inadeguati rispetto al ministero loro affidato, ma anche in vera contraddizione con chi li ha scelti. Nel discorso alla curia dello scorso 21 dicembre, Francesco ha parlato di “traditori della fiducia” riposta in loro. Traditori che finiscono per portare divisioni, sconcerto e scandalo nella chiesa, e così oscurano l’intenzione di chi ha guardato a loro sperando da essi un aiuto e trovando invece inciampi, ribellioni e contestazioni.
    Ormai anziano, avendo vissuto l’amicizia e la confidenza di vescovi tra i quali Michele Pellegrino e Carlo Maria Martini, posso testimoniare che questo è un rischio permanente nella chiesa. Il discernimento sulle persone a volte sfocia in un fallimento e in un travisamento delle intenzioni che erano alla base della scelta. Ma è giusto che sia così, come ci insegna la vicenda dei Dodici, perché la libertà lasciata dal Signore a ciascuno, sfugge anche ad un discernimento autorevole.

    (Jesus - Bisaccia del mandicante - Marzo 2018)


    T e r z a
    p a g i n A


    NOVITÀ 2024


    Saper essere
    Competenze trasversali


    L'umano
    nella letteratura


    I sogni dei giovani x
    una Chiesa sinodale


    Strumenti e metodi
    per formare ancora


    Per una
    "buona" politica


    Sport e
    vita cristiana
    rubrica sport


    PROSEGUE DAL 2023


    Assetati d'eterno 
    Nostalgia di Dio e arte


    Abitare la Parola
    Incontrare Gesù


    Dove incontrare
    oggi il Signore


    PG: apprendistato
    alla vita cristiana


    Passeggiate nel
    mondo contemporaneo

     


    NOVITÀ ON LINE


    Di felicità, d'amore,
    di morte e altro
    (Dio compreso)
    Chiara e don Massimo


    Vent'anni di vantaggio
    Universitari in ricerca
    rubrica studio


    Storie di volontari
    A cura del SxS


    Voci dal
    mondo interiore
    A cura dei giovani MGS

    MGS-interiore


    Quello in cui crediamo
    Giovani e ricerca

    Rivista "Testimonianze"


    Universitari in ricerca
    Riflessioni e testimonianze FUCI


    Un "canone" letterario
    per i giovani oggi


    Sguardi in sala
    Tra cinema e teatro

    A cura del CGS


    Recensioni  
    e SEGNALAZIONI

    invetrina2

    Etty Hillesum
    una spiritualità
    per i giovani
     Etty


    Semi e cammini 
    di spiritualità
    Il senso nei frammenti
    spighe


    Ritratti di adolescenti
    A cura del MGS


     

    Main Menu