Attesi dal suo amore
    Proposta pastorale 2024-25 

    Materiali di approfondimento


    Letti 
    & apprezzati


    Il numero di NPG
    luglio-agosto 2024


    Il numero di NPG
    speciale sussidio 2024


    Newsletter
    luglio-agosto 2024


    Newsletter
    SPECIALE 2024


    P. Pino Puglisi
    e NPG
    PPP e NPG


    Pensieri, parole
    ed emozioni


    Post it

    • On line il numero di LUGLIO-AGOSTO di NPG sul tema degli IRC, e quello SPECIALE con gli approfondimenti della proposta pastorale.  E qui le corrispondenti NEWSLETTER: luglio-agostospeciale.
    • Attivate nel sito (colonna di destra "Terza paginA") varie nuove rubriche per il 2024.
    • Linkati tutti i DOSSIER del 2020 col corrispettivo PDF.
    • Messa on line l'ANNATA 2020: 118 articoli usufruibili per la lettura, lo studio, la pratica, la diffusione (citando gentilmente la fonte).
    • Due nuove rubriche on line: RECENSIONI E SEGNALAZIONI. I libri recenti più interessanti e utili per l'operatore pastorale, e PENSIERI, PAROLE

    Le ANNATE di NPG 
    1967-2024 


    I DOSSIER di NPG 
    (dall'ultimo ai primi) 


    Le RUBRICHE NPG 
    (in ordine alfabetico
    e cronologico)
     


    Gli AUTORI di NPG
    ieri e oggi


    Gli EDITORIALI NPG 
    1967-2024 


    VOCI TEMATICHE 
    di NPG
    (in ordine alfabetico) 


    I LIBRI di NPG 
    Giovani e ragazzi,
    educazione, pastorale

     


    I SEMPREVERDI
    I migliori DOSSIER NPG
    fino al 2000 


    Animazione,
    animatori, sussidi


    Un giorno di maggio 
    La canzone del sito
    Margherita Pirri 


    WEB TV




    Dischi e canzoni al servizio dell'anno della fede



    Adriana Costa - Stefano Varnava

    (NPG 1968-04-65)

    La fede, per l'uomo, è un punto di arrivo che si esprime e si realizza in un suo effettivo affidarsi a Dio, unitamente a una ricerca di Lui, della Sua Verità, in ogni cosa, e soprattutto in se stesso.
    La fede infatti, se dapprima è ricerca, incontro e accettazione di Dio, diventa in seguito soprattutto realizzazione e applicazione totale di tale accettazione:
    – umiltà di pensieri e di intenti
    – fiducia, speranze, affidamento ai suoi interventi
    – rispetto verso la vita creata da Lui.
    La fede si esprime anche come impegno e coraggio sereno nel perfezionare e realizzare il proprio vero essere, così come Dio l'aveva concepito e pensato. Fede in Dio è infatti, anche aderenza al proprio essere e alla sua realtà, e l'una cosa non può disgiungersi dall'altra.
    Vi sono inoltre aspetti consequenziali e sociali di questa fede:
    – l'amore matrimoniale (inteso come completamento della creatura e pedagogia-educazione all'amore di Dio)
    – la carità al prossimo (intesa come senso di rispetto e responsabilità della vita sia fisica che spirituale).

    PRESENTAZIONE DI ALCUNE CANZONI SPIRITUALI SULLA «FEDE»

    L'attuale produzione di canzoni spirituali che tocca, esplicitamente o indirettamente, gli aspetti suaccennati della fede, si può praticamente dividere fra:
    – Canzoni spirituali vere e proprie. Che sono caratterizzate da quella varietà di elementi musicali e strutturali componenti le canzoni moderne.
    – Negro Spirituals in italiano. Si tratta di canti che formano una testimonianza autentica sofferta della fede di una certa parte del popolo negro, schiavo in America, verso la fine dell'800.
    Questi canti, singolarmente tradotti e adattati in lingua italiana, conservano ancora tanta forza espressiva da essere tutt'ora una valida interpretazione dell'atteggiamento umano di fede.
    Di tutta questa produzione (canzoni spirituali e Negro spirituals in italiano) abbiamo preso in considerazione solo le canzoni che esprimono o comunque contengono uno specifico atteggiamento di fede, e tra queste non tutte verranno da noi riportate in seguito.
    Quelle che abbiamo omesso, dopo averne presa visione, possedevano, a nostro parere, una forza espressiva troppo limitata, oppure risultavano mancanti di molti di quegli elementi essenziali, capaci di determinare in una comunità motivi di attenzione specifica, richiamo, o comunque commozione ed emozione.

    PRIMA PARTE – FEDE COME RICERCA-INCONTRO-ACCETTAZIONE DI DIO

    a) Diverse partenze per un arrivo alla fede in Dio

    1 – Un commento particolare meritano le tre canzoni di Fabrizio de Andrès: «Preghiera in gennaio», «Spiritual», «Si chiamava Gesù» (disco Bluebell Record BB/LP long-play 39 A). Esse rivelano infatti un'ansia di fede e di ricerca – malgrado un testo non precisamente ortodosso dal punto di vista dottrinale – che le rende non solo valide, ma addirittura documento di un'epoca in cui la ricerca di un Dio è quanto mai sentita, anche se il Dio in questione viene spesso interpretato in modo del tutto personale. La forza di questi testi, così lontani dalla fede tradizionale, sta proprio in una autenticità di espressione e in una umanità che troppo spesso non si riscontra invece in altri testi religiosi; altri testi che – pur salvando una perfetta aderenza ai carismi dell'ufficialità religiosa – tradiscono però una convenzionalità e una freddezza di espressione che li rende quasi sempre inefficaci dal punto di vista del dialogo da creare «con» e «in» una comunità.

    Ecco i testi delle tre canzoni di Fabrizio de Andrès:

    Preghiera in gennaio

    1 - Lascia che sia fiorito
    Signore, il suo sentiero
    quando a Te la sua anima
    e al mondo la sua pelle
    dovrà riconsegnare
    quando verrà al tuo cielo
    là dove in pieno giorno
    risplendono le stelle.

    2 - Quando attraverserà
    l'ultimo vecchio ponte
    ai suicidi dirà
    baciandoli alla fronte
    venite in Paradiso
    là dove vado anch'io
    perché non c'è l'inferno
    nel mondo del buon Dio.

    3 - Fate che giunga a Voi
    con le sue ossa stanche
    seguito da migliaia
    di quelle facce bianche
    fate che a voi ritorni
    fra i morti per oltraggio
    che al cielo ed alla terra
    mostrarono il coraggio

    4 - Signori benpensanti
    spero non vi dispiaccia
    se in cielo, in mezzo ai Santi
    Dio, fra le sue braccia
    soffocherà il singhiozzo
    di quelle labbra smorte
    che all'odio e all'ignoranza
    preferiscono la morte.

    5 - Dio di Misericordia
    il tuo bel Paradiso lo hai fatto soprattutto
    per chi non ha sorriso
    per quelli che han vissuto
    con la coscienza pura.
    L'inferno esiste solo
    per chi ne ha paura.

    6 - Meglio di lui nessuno
    mai ti potrà indicare
    gli errori di noi tutti
    che puoi e vuoi salvare.
    Ascolta la sua voce
    che ormai canta nel vento
    Dio di misericordia vedrai,
    sarai contento.

    Spiritual

    Dio del cielo se mi vorrai
    in mezzo agli altri uomini mi cercherai
    o Dio se mi cercherai
    nei campi di granturco mi troverai.

    Dio del cielo se mi vorrai amare
    scendi dalle stelle e vienimi a cercare.

    La chiave del cielo non ti voglio rubare
    ma un attimo di gioia me lo puoi regalare.

    Dio del cielo se mi vorrai amare
    scendi dalle stelle e vienimi a cercare.

    Senza di te non so più dove andare
    come una mosca cieca che non può più volare
    e se ci hai regalato il pianto e il riso
    noi qui sulla terra non lo abbiamo diviso.

    Dio del cielo io t'aspetterò
    nel cielo e sulla terra io ti cercherò.

    Si chiamava Gesù

    Venuto da molto lontano
    a convertire bestie e gente
    non si può dire non sia servito a niente
    perché prese la terra per mano
    vestito di sabbia e di bianco
    alcuni lo dissero santo
    per altri ebbe meno virtù
    si faceva chiamare Gesù.

    Non intendo cantare la gloria
    né invocare la grazia e il perdono
    di chi penso non fu altri che un uomo
    come Dio passato alla storia
    ma inumano è pur sempre l'amore
    di chi rantola senza rancore
    perdonando con l'ultima voce
    chi lo uccide fra le braccia di una croce.

    E per quelli che l'ebbero odiato
    nel Getzemani pianse l'addio
    come per chi l'adorò come Dio
    che gli disse sia sempre lodato,
    per chi gli portò in dono alla fine
    una lacrima o una treccia di spine,
    accettando ad estremo saluto
    la preghiera e l'insulto e lo sputo.

    E morì come tutti si muore
    come tutti cambiando dolore
    non si può dire che sia servito a molto
    perché il male dalla terra non fu tolto.
    Ebbe forse un po' troppe virtù,
    ebbe un volto ed un nome: Gesù.
    Di Maria dicon fosse il figlio
    sulla croce sbiancò come un giglio.

    2 – Attraverso un atto di amore, che permette ad un uomo di essere uomo o di diventarlo, si può cominciare a far conoscere Iddio a chi ne è lontano:

    Pregherò

    (testo di Don Backy
    musica di Riki Gianco - M. Detto
    disco Clan Celentano ACC 24005)

    Pregherò per te
    che hai la notte nel cuor
    e se tu lo vorrai
    crederai.
    Io lo so perché tu la fede non hai
    ma se tu lo vorrai, crederai.

    Non devi odiare il sole
    perché tu non puoi vederlo,
    ma c'è: ora splende su di noi... su di noi.

    Io t'amo, t'amo, t'amo
    questo è il primo segno che dà
    la tua fede nel Signor, nel Signor.

    La fede è il più bel dono che il Signore ci dà
    per vedere Lui
    e allor tu vedrai... tu vedrai.

    Dal castello del silenzio Egli vede anche te
    E già sento che anche tu lo vedrai.
    Egli sa che lo vedrai
    solo con gli occhi miei
    ed il mondo la sua luce riavrà.

    Io t'amo, t'amo, t'amo
    questo è il primo segno che dà
    la tua fede nel Signor, nel Signor.

    Un pugno di riso

    (testo e musica di Don Stefano
    disco GMG-PIME DM 3001)

    Tutte le mattine, col tuo bimbo al collo
    vieni alla Missione chiedendo un po' di riso
    che cuocerai sulle pietre del fuoco
    accanto alla capanna...

    Solo un pugno di riso mi chiedi,
    altre parole non vuoi
    perché, quando si ha fame,
    il resto non conta quasi nulla.

    Ma intanto, giorno per giorno
    con quel pugno di riso
    tu conosci il nostro cuore
    e quello del Signore.

    Nel tuo sorriso silenzioso che ringrazia
    vedo gli occhi di Dio...

    Fratelli, anche adesso, se vorremo
    Dio potrà sorriderci ancora,
    ... potrà sorriderci ancora.

    3 – Nel nostro essere umano è insita la facoltà di avvertire un autentico pericolo per la vita dello spirito, basta che il ragionamento ed il calcolo non vi si sovrappongano.
    Ecco allora che, nella precisa aderenza al proprio essere, la creatura corre istintivamente verso Dio e chiede il suo intervento.

    Correre da te (Run to Jesus)

    (Negro spiritual in italiano
    disco ECO 514, 33 giri, Seconda serie)

    Voglio andarmene dal pericolo:
    vorrei non rimanere troppo... qui.
    Voglio correre verso Te, Signor:
    vorrei non rimanere troppo... qui.

    Un Amico troverò... il Suo aiuto mi darà...
    vorrei non rimanere troppo... qui.

    Sulla via potrei incontrar il Maligno tentator...
    vorrei non rimanere troppo... qui.

    Voglio correre verso Te, Signor:
    vorrei non rimanere troppo... qui.

    Scendi Gabriele (Listen to the Angels Shoutin')

    (Negro spiritual in italiano
    disco ECO 521, 33 giri, Terza serie)

    Gli angeli grideranno a te, – alla porta dell'inferno!
    e la tua vita salverai – alla porta dell'inferno!
    Un fuoco eterno troverai – alla porta dell'inferno!
    è Gabriele: ti salverà – alla porta dell'inferno!

    Vieni dal cielo, scendi quaggiù
    corri Gabriele
    Gabriele corri, corri!
    Il Dio del cielo – un Dio d'amor! –
    certo lo salverà – alla porta dell'inferno!
    Il peccator si fermerà – alla porta dell'inferno!

    E Gabriele: ti salverà – alla porta dell'inferno!

    4 – Dio non abbandona l'uomo, anzi, ad ogni sua creatura ha preparato un posto vicino a Lui. Quando la creatura riesce a convincersi – o ad intuire questa presenza – la paura del vuoto e il silenzio del buio intorno a sé, si trasformano in illICM1 e in coraggio di vita.

    Dal buio

    (testo di G. Calabrese
    musica di Don Stefano
    disco GMG-PIME DM 3001)

    Ora mi tieni per mano
    vieni nel buio vicino a me,
    e la mia vera strada
    io la ritrovo in Te.

    Questo è il tuo dono, Signore:
    la mia paura si perde in te
    e non mi sento perduto
    perché cammini con me.

    Ora, trovandoti, ritorno a credere...
    dimenticato da Te mai nessuno resterà!

    Ora mi tieni per mano
    e la Tua voce mi sa guidar,
    ogni paura che avevo in me
    si perderà con Te.

    Pietro suona la campana

    (Oh, Peter, go ring dem bells)
    (Negro spiritual in italiano
    disco ECO 514, 33 giri, Seconda serie)

    O Pietro... din don din dan...
    suona la campana!:
    oggi ho saputo che il Cielo è anche per me.

    Mia madre? no, dove sia non so;
    mia madre? no, dove sia non so...
    ma oggi ho saputo che il Cielo è anche per noi!

    E dove sei fratello Moses?
    E dove sei fratello Daniel?:
    di certo con Elia, lassù,
    in cielo col mio Signor! ...

    un posto anche per noi...
    Oh, grazie, mio Signore!
    Il cielo è anche per me!
    Vi è un cielo anche per noi!

    5 – Si può arrivare a Dio anche osservando il vuoto e l'ipocrisia che stanno fuori e dentro di noi: per reazione può scaturire un desiderio estremo di Dio, un Dio che anche se «morto», dopo tre giorni risorge: nuova vita e nuova realtà. Questo è il motivo conduttore della canzone «Dio è morto» composta dal giovane autore Francesco Guccini.

    Dio è morto

    (testo e musica di Francesco Guccini
    disco Columbia 45 giri)

    Ho visto la gente della mia età andare via
    lungo le strade che non portano mai a niente
    cercare il sogno che conduce alla pazzia
    nella ricerca di qualcosa che non trovano nel mondo che hanno già
    lungo le notti che dal vino son bagnate
    dentro alle stanze da pastiglie trasformate
    dentro alle nuvole di fumo, nel mondo fatto di città,
    essere contro od ingoiare la nostra stanca civiltà:
    è un Dio che è morto
    ai bordi delle strade Dio è morto
    nelle auto prese a rate Dio è morto
    nei miti dell'estate Dio è morto.

    Mi han detto che questa mia generazione ormai non crede
    in ciò che spesso han mascherato con la fede
    nei miti eterni della patria o dell'eroe
    perché è venuto ormai il momento di negare tutto ciò che è falsità
    le fedi fatte di abitudini e paura
    una politica che è solo far carriera
    il perbenismo interessato, la dignità fatta di vuoto
    l'ipocrisia di chi sta sempre con la ragione e mai col torto:
    è un Dio che è morto
    nei campi di sterminio Dio è morto
    coi miti della razza Dio è morto
    con gli odi di partito Dio è morto.

    Io penso che questa mia generazione è preparata
    a un mondo nuovo a una speranza appena nata
    ad un futuro che ha già in mano, a una rivolta senza armi
    perché noi tutti ormai sappiamo che se Dio muore è per tre giorni
    e poi risorge.
    In ciò che noi crediamo Dio risorge
    in ciò che noi vogliamo Dio è risorto
    nel mondo che vogliamo Dio è risorto... è risorto!

    b) L'incontro (di fede) con Gesù: uomo e Dio

    1 – Gesù Cristo è una realtà che nessuno riesce a disconoscere.
    Anche chi nega l'esistenza di Dio, è sempre attratto verso Gesù di Nazareth, che - pur essendo vissuto duemila anni fa – conserva un'attualità di messaggio che ancor oggi lascia stupiti e fa pensare.
    L chi accetta l'incontro con Gesù di Nazareth, si pone automaticamente sulla strada per accettarlo anche come Dio.

    Il Volto

    (testo e musica di Don Stefano
    disco GMG-PIME DM 3001)

    Tu cercherai di incontrare o fuggire
    questo volto che ti guarda
    che ci guarda,
    ma non potrai più scordare che è venuto
    ed ha vissuto con noi la nostra vita.

    Anche se tu cercherai di fuggire
    questo volto che ti guarda che ci guarda
    ad ogni strada ti attenderà per darti la felicità.

    Vieni da lontano

    (di Varnavà-Nisa-Becaud
    ediz. e disco Voce del Padrone, 45 giri)

    Vieni da lontan, vieni da lontan
    vieni da lontan, lontan
    Se in mezzo a noi ritornassi ancor
    tu moribondo, Gesù
    io donerei la mia casa a Te
    perché possa riposar con noi
    noi, noi...
    Quando tornerai
    i ragazzi miei ti aspetteranno là...
    e vorran saper mille cose da te...
    tu rispondere dovrai:

    Vieni da lontan? – lontan
    camminasti assai? – assai
    così bianco sei? – io? si
    tanti figli hai tu? – si, ne ho
    non hai fame tu? – un po'
    tu sai disegnar? – un po'
    facci un po' veder? – così

    Si sta ben da Te? – Oh, sì!
    Vai a piedi tu? – Eh già!
    Una mamma l'hai? – Si, si!
    E che nome ha? – Maria!
    Non hai niente in man? – No!
    Non hai niente in man? – No!
    Non hai niente in man? – No!

    E quando verrai sarà bello, sì!
    qui ci sarà la tua casa!
    Quando verrai sarà bello, sì:
    tutti quanti troverai ad aspettar.
    Quando verrai da lontan, lontan
    si stupiranno gli amici
    ma non di certo i figli miei
    che porranno i loro mille perché.

    Tornerà Gesù

    (testo e musica di Gino Stefani
    disco LDC 45-13, 45 giri)

    Tornerà Gesù, tornerà fra noi
    Lui l'ha detto: un giorno verrò sulle nubi del cielo
    Lui l'ha detto: io giudicherò ogni uomo nel mondo.

    Tornerà Gesù, tornerà fra noi
    Se lo aspetti, tu lo incontrerai come il più caro amico
    Se lo temi non gli sfuggirai, e sarà un brutto giorno.

    Tornerà Gesù, tornerà fra noi
    Quando viene nessuno lo sa: ma io devo vegliare
    Non importa se lui tarderà: io lo voglio aspettare.

    Tornerà Gesù, tornerà fra noi
    Nella notte per lui alzerò la mia lampada accesa
    Nella notte per lui aprirò la mia porta di casa.

    Tornerà Gesù, tornerà fra noi
    Mi dirà: Caro amico, son qua, vieni su nel mio regno
    Mi dirà: Ora vieni tu alla festa del cielo.

    Vieni Gesù – Vieni Gesù!

    2 – È soprattutto in Gesù che l'uomo può veder incarnata la pazienza di un !ho che sa attendere e che lo segue passo passo, lungo il suo cammino.

    Si è fermato al pozzo (I've just come from the fountain)

    (Negro spiritual in italiano
    disco ECO 528, 33 giri, Quarta serie)

    Al pozzo si è fermato...
    ha chiesto a me un poco d'acqua...
    e mi ha dato la sua pace,
    Cristo-Signore!

    Fratelli, questo suo amore...
    fratelli, questo suo amore...
    mi salva, questo suo amore...
    Cristo-Signore!

    Al pozzo l'ho incontrato...
    m'ha detto quella che io sono
    e correndo son venuta.
    Halleluja!

    Fratelli, questo suo amore...
    fratelli, questo suo amore,..
    mi salva questo suo amore
    Cristo Signore!

    Stanno bussando (Somebody's knockin «at yo» do)

    (Negro spiritual in italiano
    disco ECO 514, 33 giri, Seconda serie)

    Stanno bussando alla-tua porta,
    stanno bussando alla tua porta...
    perché tu non rispondi?
    forse è Gesù che cerca te...

    È la sua voce...
    forse è Gesù che cerca te...

    È la sua voce...
    stanno bussando alla tua porta,
    perché tu non rispondi?
    forse è Gesù che chiama te.

    Passo passo, Signor (Keep A-Inchin' Along)

    (Negro spiritual in italiano
    disco ECO 521, 33 giri, Terza serie)

    Su comincia il cammin
    su riprendi la strada
    sta per venir Gesù...
    anche se il tuo peccato ti peserà
    Gesù ti aiuterà.

    Giorni e giorni, a Te
    ho pensato, Signore
    quando verrai Gesù?
    mi hai voluto salvar
    passo passo, Signor,
    presto verrai da me!

    Alla casa il Signor
    ricondurti saprà...
    quando verrà Gesù!
    la fatica, il dolor,
    finiranno per te...
    presto verrà Gesù!

    Passo passo con te
    nella casa del ciel
    noi entrerem Gesù,
    passo passo con te
    la tua casa nel Ciel
    tutti ci accoglierà.

    3 – La morte di questo «uomo di pace», indifeso nella sua umanità, e sconcertante nella sua divinità, rimane sempre qualcosa di «schoccante», che spinge chi lo contempla, a credergli o a ribellarglisi.

    Sul monte calvario (Calvary)

    (Negro spiritual in italiano
    disco ECO 528, 33 giri, Quarta serie)

    Là sul monte
    sul monte Calvario
    hanno ucciso
    un uomo di pace.

    Là sul monte
    sul monte Calvario
    è morto Gesù...
    è morto per noi.

    Là sul monte
    sul monte Calvario
    hanno ucciso
    un uomo d'amore.

    Là sul monte
    sul monte Calvario
    è morto Gesù:
    è morto per noi.

    Tu, il Signore (Oh holy Lord)

    (Negro spiritual in italiano
    disco ECO 521, 33 giri, Terza serie)

    Tu dal peccato
    e dal nostro dolor
    Tu ci hai salvato
    col sangue tuo
    Signore.

    Per questo voi, bambini miei
    portate una corona...
    Gesù per primo la portò:
    corona di dolore.

    Tu dal peccato
    e dal nostro dolor
    Tu ci hai salvato
    col sangue tuo
    Signore.

    Alla tua riva approderò
    portato dal dolore
    e il canto tuo io canterò:
    di gioia e di dolore.

    C'eri tu alla croce di Gesù (Were you there?)

    (Negro spiritual in italiano
    disco ECO 512, 33 giri, Prima serie)

    C'eri tu alla croce di Gesù?
    C'eri tu alla croce di Gesù?
    Oh! questo pensier
    fa sì ch'io pianga... pianga... pianga.
    C'eri tu alla croce di Gesù?
    C'eri tu al sepolcro di Gesù?
    C'eri tu al sepolcro di Gesù?
    Oh! questo pensier
    fa sì ch'io pianga... pianga... pianga.
    C'eri tu al sepolcro di Gesù.

    4 – L'attualità di Gesù Cristo sta anche nella sua resurrezione (episodio che in se stesso parrebbe invece dover appartenere solo ad un passato storico). Attualità-resurrezione che costituisce quel segno luminoso verso cui tanti uomini orienteranno la loro vita, il loro cammino o il loro ritorno.

    Presto nel mattino (O'wine to ride up in de chariot)

    (Negro spiritual in italiano
    disco ECO 521, 33 giri, Terza serie)

    Col tuo carro vieni insieme a noi
    presto nel mattino...
    quando ci raggiungerai
    presto nel mattino...
    col tuo carro insieme a noi
    presto nel mattino...
    da Dio correrem.

    Signore, io chiedo pietà
    il tuo perdono, Signor!
    con il tuo perdono, Signor,
    verso Te, correrò!

    Corri, corri ad incontrar Gesù
    presto nel mattino...
    corri ad incontrar Gesù

    Stiamo andando verso gli angeli
    presto nel mattino...
    e con loro parlerem
    presto nel mattino...
    ed insieme agli angeli
    presto nel mattino... da Dio correrem.
    Signore, io chiedo pietà il tuo perdono, Signor!
    con il tuo perdono, Signor, verso Te, correrò!

    presto nel mattino...
    sempre insieme al tuo Gesù
    presto nel mattino...
    da Dio correrem.

    Sono stanco (I'm a rolling)

    (Negro spiritual in italiano
    disco ECO 521, 33 giri, Terza serie)

    Camminando senza meta
    in un mondo troppo ostile e nemico...
    sono stanco di girar così:
    tornerò da Gesù.

    Perché non m'aiutate, fratelli
    a pregar il Signor?
    perché non m'aiutate, o fratelli
    a servir il mio Signor?

    SECONDA PARTE – APPROFONDIMENTO DELLA FEDE

    1 – Fede come umiltà, fiducia e adeguamento ai sistemi e alle strade di Dio, che molto spesso sono diverse dalle nostre.

    Ballata

    (testo e musica di Don Stefano
    disco GMG-PIME DM 3001, 33 giri)

    Ti avevo chiesto la forza
    per conquistare il mondo
    ma tu mi hai fatto più debole
    perché imparassi umilmente ad ubbidire.

    Ti avevo chiesto l'aiuto
    per fare cose più grandi
    ma tu hai permesso la malattia
    perché imparassi a far cose ancor migliori.

    Ti avevo chiesto ricchezze
    sperando d'essere felice
    ma tu mi hai fatto provar la povertà
    per avere più saggezza nel futuro.

    Più volte a me non hai dato
    le cose che ti chiedevo
    ma ugualmente hai saputo regalarmi la gioia
    che, ignorando, io cercavo a Te.

    A dispetto di me stesso
    le mie preghiere...
    a dispetto di me stesso
    le hai volute esaudir.

    Scendi Mosè (Go down, Moses)

    (Negro spiritual in italiano
    disco ECO 514, 33 giri, Seconda serie)

    Là nell'Egitto Israèl troppo soffre ancor
    la pena sua non può durar, lo libererai.

    Scendi Moses, ritorna là in Egitto
    dillo tu al suo Re:
    «e lasciali partir».

    Al Faraone tu dirai: «lasciali partir»
    i figli d'Israele tu Moses guiderai.
    Scendi Moses, ritorna là in Egitto
    dillo tu al suo Re:
    «e lasciali partir».

    La mia potenza piegherà dell'Egitto il Re
    poiché Io sono il Vero Dio non ti fermerà!

    Scendi Moses, ritorna là in Egitto
    dillo tu al suo Re:
    «e lasciali partir!».

    Moses, Moses... lasciali partir!

    Gerico (Joshua fit the battle of Gericho)

    (Negro spiritual in italiano
    disco ECO 514, 33 giri, Seconda serie)

    Si combatte a Gerico
    Gerico... Gerico...
    si combatte a Gerico
    con le armi del Signor!

    D'Israele i re furon grandi
    però il più grande è stato Giosuè
    che le alte mura di Gerico
    senz'armi ha fatto crollar.

    Sulle mura Giosuè
    è salito per dar il segnale ai suonator
    e le alte mura di Gerico
    le trombe han fatto crollar.

    Si combatte a Gerico
    Gerico... Gerico...
    si combatte a Gerico
    con le armi del Signor!

    Halleluja

    (testo italiano di Mogol
    musica di Piante
    disco fd Cat - FD 001, 45 giri)

    E se Dio mi ha dato te – Halleluja
    E se Dio mi ha dato te
    ti terrò con me.
    E se Lui ti vuole qui – Halleluja
    E se Lui ti vuole qui
    avverrà così.

    Tu lo sai, tu lo sai
    cercherò di non pensare a lei
    e vedrai che la scorderò
    e resterò con te.

    E se Dio mi ha dato te – Halleluja
    E se Dio mi ha dato te
    non avrò che te.
    E se Lui ti vuole qui – Halleluja
    E se Lui ti vuole qui
    avverrà così.

    Tu lo sai, tu lo sai
    cercherò di non pensare a lei
    e vedrai che la scorderò
    e resterò con te.
    E se sto piangendo sai, – Halleluja
    io non piango più per lei
    ma di gioia, per te.

    E se Dio mi ha dato te – Halleluja
    ma io non piango più per lei
    ma di gioia per te.

    2 – Fede come certezza che Dio vede ed è presente ad ogni individuo, alla ua vita. alle difficoltà e ai suoi dolori.

    Nessuno sa il mio dolor (Nobody knows the troubles I've seen)

    (Negro spiritual in italiano
    disco ECO 512, 33 giri, Prima serie)
    Nessuno sa il mio dolor
    ma ben lo sa il Signore!
    nessuno sa il mio dolor
    glory – Halleluja!

    Or triste e muto, or lieto son
    oh Signor!
    talvolta infranto
    e in terra è il cuor
    oh Signor!

    Se voi andrete innanzi a me oh Signor...
    a tutti dite che verrò
    oh Signor...

    Nessuno sa il mio dolor
    ma ben lo sa il Signore!
    nessuno sa il mio dolor
    glory – Halleluja!

    Mi sento tanto triste (I'm troubled in de mind)

    (Negro spiritual in italiano
    disco ECO 521, 33 giri, Terza serie)

    Mi sento tanto triste
    turbato nel mio cuor...
    se Iddio non mi aiuta
    di certo morirò.

    Signore, mia salvezza
    confido solo in Te...
    nell'ora della prova
    l'amico mio sei Tu.

    Se opresso io mi sento
    nel buio del dolor,
    ti chiamo, mio Signore,
    e vieni accanto a me.

    Mi sento tanto triste,
    se Dio non mi aiuta
    resistere non so.

    Voi che piangete (Rise mourners)

    (Negro Spiritual in italiano
    disco ECO 521, 33 giri, Terza serie)

    Voi.. Voi...
    voi che piangete
    narrate quello che Dio ha fatto
    per noi.

    Voi.. Voi...
    voi che piangete
    narrate quello che Dio ha fatto
    per noi.

    Sì, è stato il mio Signore
    a salvarmi dalla morte
    guidando i passi miei
    con amore.

    3 – Ad ogni sua creatura Dio ha dato la possibilità di accettare o rifiutare i suoi doni più grandi. Fede è anche consapevolezza e riconoscenza per questo grande rispetto che Dio ha per la libertà interiore delle sue creature.

    Anche una carta

    (testo e musica di Don Stefano
    disco GMG-PIME DM 3001, 33 giri)

    Quanto sei stato buono nel donare a me
    tutte le carte per giocare
    giocare con Te
    a quel gran gioco che è la nostra vita
    che perde tutto
    se perde Te.

    Quanto sei stato grande nel lasciare a me
    anche una carta per barare
    barare con Te
    a quel bel gioco che è la nostra vita
    che trova tutto
    se trova Te.

    Se le mie mani sapessero perdere
    E ti lasciassero un poco vincere
    s'arricchirebbe tutta la mia vita
    e questo cuore
    che alla fine non cerca che Te.

    Poiché sei stato grande nel lasciare a me
    l'alternativa di donare
    o rifiutare a Te
    tutto me stesso, e tutta la mia vita
    questa mia carta la lascio a Te.

    4 – Fede come rispetto alla vita creata da Dio, particolarmente la vita umana. Per questo motivo tutto ciò che viene fatto agli altri, in ordine alla vita, è fatto a Dio.

    Avevo fame

    (testo di Barboni-Varnavà
    musica di S. Varnavà
    disco GMG-PIME DM 1013, 33 giri)

    Avevo fame e tu mi hai dato un pane...
    – quando, Signore, se non t'ho visto mai?

    Avevo freddo e tu mi hai rivestito...
    – eppure, Signore, io non t'ho visto mai!

    La Tua Speranza nel cuore di chi soffre
    con il mio dono riaccendere potrai.

    Avevo fame e tu mi hai dato un pane...
    – quando, Signore, se non t'ho visto mai?

    Avevo freddo e tu mi hai rivestito...
    – ora comprendo che vivi in mezzo a noi –.

    Io, la mia veste (Heav'n heav'n)

    (Negro Spiritual ìn italiano
    disco ECO 512, 33 giri, Prima serie)

    Io, la mia veste
    tu la tua veste,
    del Signore i bimbi hanno una veste;
    quando andrò lassù nel ciel
    avrò un vestito anch'io
    e griderò «Cielo... cielo... cielo!».

    Ma non tutti quelli che parlano del cielo
    vi andranno
    Cielo... canterò nel cielo di Dio.

    Io le mie scarpe
    tu le tue scarpe,
    del Signore i bimbi hanno le scarpe;
    quando andrò lassù nel ciel
    avrò le scarpe anch'io
    e griderò «Cielo... cielo... cielo!».

    Ma non tutti quelli che parlano del cielo
    vi andranno
    Cielo... canterò nel cielo di Dio.

    Io, la mia arpa
    tu la tua arpa,
    del Signore i bimbi han tutti l'arpa;
    quando andrò lassù nel ciel
    avrò un'arpa anch'io
    e griderò «Cielo... cielo... cielo!».

    Ma non tutti quelli che parlano del cielo
    vi andranno
    Cielo... canterò nel cielo di Dio.

    5 – Fede come coraggio nella vita, fede come speranza in ciò che arriverà. Fede come certezza nella vita, che è cammino e continuo progresso verso quell'esistenza definitiva che Dio ha riservato al suo Popolo.

    Tieni viva la tua fiamma (Keep your lamps trimmed)

    (Negro Spiritual in italiano
    disco ECO 521, 33 giri, Terza serie)

    Tieni viva la tua fiamma...
    che risplenda nella notte!
    il Signore sta arrivando...
    la fatica finirà

    O fratello, no,
    tu non devi rinunciare
    o fratello, no,
    perché la fatica finirà.

    Abbi fede nel Signore
    solamente Lui ti può dare una gioia che sia grande.
    La fatica finirà.

    Una scala saliremo...
    di Giacobbe la lunga scala.
    Una scala saliremo...
    la fatica finirà.

    E quando in ciel (When the saints go marching in)

    (Negro Spiritual in italiano
    disco ECO 514, 33 giri, Seconda serie)

    Camminiamo sulla strada
    che han percorso i Santi tuoi,
    tutti ci ritroveremo
    dove eterno splende il sol.

    E quando in ciel
    dei santi tuoi
    la grande schiera arriverà
    o Signor come vorrei
    che ci fosse un posto per me.

    E quando il sol
    si spegnerà
    e quando il sol si spegnerà
    o Signor come vorrei
    che io fossi insieme a Te.

    C'è chi dice
    che la vita sia tristezza, sia dolor
    ma io so che viene il giorno
    in cui tutto cambierà.

    E quando in cielo
    risuonerà
    la tromba che ci chiamerà
    o Signor come vorrei
    che ci fosse un posto
    anche per me.


    T e r z a
    p a g i n A


    NOVITÀ 2024


    Saper essere
    Competenze trasversali


    L'umano
    nella letteratura


    I sogni dei giovani x
    una Chiesa sinodale


    Strumenti e metodi
    per formare ancora


    Per una
    "buona" politica


    Sport e
    vita cristiana
    rubrica sport


    PROSEGUE DAL 2023


    Assetati d'eterno 
    Nostalgia di Dio e arte


    Abitare la Parola
    Incontrare Gesù


    Dove incontrare
    oggi il Signore


    PG: apprendistato
    alla vita cristiana


    Passeggiate nel
    mondo contemporaneo
     


    NOVITÀ ON LINE


    Di felicità, d'amore,
    di morte e altro
    (Dio compreso)
    Chiara e don Massimo


    Vent'anni di vantaggio
    Universitari in ricerca
    rubrica studio


    Storie di volontari
    A cura del SxS


    Voci dal
    mondo interiore
    A cura dei giovani MGS

    MGS-interiore


    Quello in cui crediamo
    Giovani e ricerca

    Rivista "Testimonianze"


    Universitari in ricerca
    Riflessioni e testimonianze FUCI


    Un "canone" letterario
    per i giovani oggi


    Sguardi in sala
    Tra cinema e teatro

    A cura del CGS


    Recensioni  
    e SEGNALAZIONI

    invetrina2

    Etty Hillesum
    Una spiritualità per i giovani Etty


    Semi e cammini 
    di spiritualità
    Il senso nei frammenti
    spighe


    Note di pastorale giovanile
    via Giacomo Costamagna 6
    00181 Roma

    Telefono
    06 4940442

    Email

    Main Menu