Attesi dal suo amore
    Proposta pastorale 2024-25 

    Materiali di approfondimento


    Letti 
    & apprezzati


    Il numero di NPG
    luglio-agosto 2024


    Il numero di NPG
    speciale sussidio 2024


    Newsletter
    luglio-agosto 2024


    Newsletter
    SPECIALE 2024


    P. Pino Puglisi
    e NPG
    PPP e NPG


    Pensieri, parole
    ed emozioni


    Post it

    • On line il numero di LUGLIO-AGOSTO di NPG sul tema degli IRC, e quello SPECIALE con gli approfondimenti della proposta pastorale.  E qui le corrispondenti NEWSLETTER: luglio-agostospeciale.
    • Attivate nel sito (colonna di destra "Terza paginA") varie nuove rubriche per il 2024.
    • Linkati tutti i DOSSIER del 2020 col corrispettivo PDF.
    • Messa on line l'ANNATA 2020: 118 articoli usufruibili per la lettura, lo studio, la pratica, la diffusione (citando gentilmente la fonte).
    • Due nuove rubriche on line: RECENSIONI E SEGNALAZIONI. I libri recenti più interessanti e utili per l'operatore pastorale, e PENSIERI, PAROLE

    Le ANNATE di NPG 
    1967-2024 


    I DOSSIER di NPG 
    (dall'ultimo ai primi) 


    Le RUBRICHE NPG 
    (in ordine alfabetico
    e cronologico)
     


    Gli AUTORI di NPG
    ieri e oggi


    Gli EDITORIALI NPG 
    1967-2024 


    VOCI TEMATICHE 
    di NPG
    (in ordine alfabetico) 


    I LIBRI di NPG 
    Giovani e ragazzi,
    educazione, pastorale

     


    I SEMPREVERDI
    I migliori DOSSIER NPG
    fino al 2000 


    Animazione,
    animatori, sussidi


    Un giorno di maggio 
    La canzone del sito
    Margherita Pirri 


    WEB TV




    Libri e cultura pastorale



    (NPG 1968-04-93)

    gioventù aclista
    LIBRO BIANCO SUL LAVORO MINORILE
    ed. ACLI, Roma

    Contenuto

    L'opuscolo che la gioventù aclista edita può essere definito – e il titolo stesso ci induce a farlo – un nuovo atto di accusa alla società del benessere.
    Si prendono infatti in esame – attraverso l'inchiesta che costituisce la peculiarità dell'opera – le situazioni drammatiche in cui il lavoro minorile è presente in Italia.
    La preoccupazione dei promotori dell'inchiesta non mira certo a studiare il fenomeno in esame nella sua completezza, né a formulare interrogazioni esaurienti sulle cause che lo mantengono ancora attuale; ciò che urge in campo sociale, è far rilevare l'inadeguatezza della proposta legislativa che sta per essere esaminata alle camere e la difficoltà a cogliere nella sua realtà una piaga che, spesso per pudore, viene nascosta dalle stesse famiglie dei minori occupati al lavoro.
    Il quadro diagnostico del fenomeno implica pure la funzione sociale che la scuola d'obbligo intende assolvere in una società democratica da costruire.
    La situazione d'arretratezza socio-economica e culturale costituisce l'oggetto di una attenta considerazione che, nelle note conclusive all'inchiesta, viene proposta a coloro che sono impegnati nel campo politico - sociale - economico -scolastico - apostolico.

    Valutazione

    L'opuscolo, per la materia che tratta, non si presenta certo facile: occorre una certa conoscenza della tecnica di indagine sociologica e una sufficiente familiarità con le norme giuridiche, nonché la capacità di valutazione dei fenomeni di natura sociale.
    Qualche difficoltà nella lettura proviene, pare, dall'aspetto metodologico: una maggior chiarezza delle ipotesi che stanno all'origine dell'inchiesta porterebbero ad una maggior comprensione delle varie tavole che raccolgono i risultati dell'inchiesta.

    Utilizzazione

    L'opera rimane certo uno stimolo valido a voler misurare meglio il fenomeno sociale e lo strumento giuridico che si vuole approntare per curare una piaga della nostra società.
    L'opera è certo rivolta, in primo luogo, a coloro che sono alle leve di comando delle programmazioni politiche-economiche-scolastiche.
    Ma, almeno per la parte iniziale e finale, potrebbe essere uno strumento utile per chi lavora nei consigli di classe delle scuole interessate ai minori.
    Un assistente di oratorio vi troverebbe utile guida per assistere intelligentemente quelle famiglie che tendono a ritirare i figlioli dalla scuola d'obbligo.
    (Pasquale Ransenigo)

    Collana «Edificare»
    Editrice Ancora - Milano
    Tutti ricordano il successo del volume di Weyergans: Camminare insieme. Una traccia di convivenza tra giovani sposi che ha un valore di centratura ed una freschezza di equilibrio tra religione e spontaneità.
    Partendo da questo volume della collana si ha una panoramica di tutti gli altri volumi a cominciare dalla vasta gamma di interessi toccati: dagli adolescenti ai giovani sposi, dalla formazione dei capi alla educazione eucaristica, dal metodo naturale in religione ad un sistema di vita cristiana (Cristianesimo aperto).
    Sono discorsi ad educatori ed hanno un giusto tono di praticità e normatività senza giungere al sussidio e senza sperdersi nelle giustificazioni teoretiche.
    Come in tutte le collane il valore dei volumi varia con gli autori. Ma nell'insieme si possono vedere certe nervature comuni e costanti lungo le opere scelte come sarebbe una giusta misura tra dato rivelato e dato delle scienze positive, un certo stile nuovo senza giungere ai temi più avanzati del postconcilio, una apertura verso nuove risorse educative, nuove angolature pastorali che resteranno valide anche come suggestioni per una ricerca personale.
    Anche come indicatività di problemi attuali la collana risponde ad urgenze sentite, forse non in modo sistematico ma comunque sempre attuale e tempestivo per cui l'educatore o l'animatore di movimenti educativi vi trova insieme una rinnovazione di mentalità ed una miniera di utili indicazioni pratiche.
    Ne segnaliamo alcuni, quelli che ci sembrano più riusciti.

    Migneaux, Domani saranno uomini, L. 500.
    (L'A. dimostra concretamente come si possa costruire dei cristiani integrali e degli uomini perfetti, conducendo i ragazzi fuori dalla indeterminatezza propria della
    loro età).

    Weyergans, Camminare insieme, L. 450.
    (Un discorso aperto a giovani sposi, che vogliono tendere alla santità nella loro vita coniugale).

    Boulogne, I sensi miei amici, L. 500.
    (L'A. introduce il problema sull'educazione dei sensi, per una loro finalizzazione a vantaggio del soggetto, per farli collaboratori e amici).

    Fauvet, Masse Giovanili, L. 800.
    (Libro di viva attualità, sottolinea i valori dell'associanismo sul piano educativo, nei termini concreti di esperienze, indicazioni e risoluzioni, collaudate dall'A. in varie attività di apostolato e di educazione fra ragazzi).

    Jacquin, L'educazione attraverso il gioco, L. 700.
    (Indicazioni concrete per usare del gioco, in campo educativo, come strumento di scoperta dell'educando, come mezzo di formazione, come spinta all'autoeducazione).

    Courtois, La scuola dei capi, L. 350.
    (Un libro che lancia i giovani più aperti e disponibili in un chiaro impegno apostolico).

    Pihan, Cristianesimo aperto, L. 550.
    (Questo libro vuole aiutare a rendere più evangelicamente disposto il nostro cristianesimo ed a dargli così la possibilità di essere più accetto e più fruttuoso).

    Vari, Pastorale dell'adolescenza, L. 600.

    Vari, Problemi dell'adolescenza, L. 800.
    (Su la guida di noti pedagogisti e educatori francesi, siamo introdotti allo studio del misterioso mondo adolescenziale: una pastorale in prospettiva non può che partire da una conoscenza approfondita della realtà da salvare).

    Fargues, I nostri bambini davanti al Signore, L. 500.
    (Il primo incontro con il Signore, la prima Comunione, è un momento decisivo nel periodo dell'educazione: l'A., esperta catecheta, offre largo materiale didattico e soprattutto indica pratiche linee metodologiche).

    Vari, Gioventù d'oggi, L. 900.
    (Una riuscita indagine in collaborazione, sui grossi problemi che necessariamente stanno alla base di una pastorale giovanile valida).

    Luigi Rosadoni
    LA VIOLENZA DEI DISARMATI
    Gribaudi Editore-Torino, L. 1000

    Il libro raccoglie in forma antologica i più significativi passi della letteratura cristiana (dalla Bibbia agli Atti dei Martiri, dai Padri della Chiesa agli scrittori medievali e moderni, a molte testimonianze contemporanee) sulla non-violenza, l'obiezione di coscienza, la condanna della guerra.
    Si tratta di un documento eccezionale, che, col corredo di testimonianze di viva attualità, fornisce una base unica per ogni dibattito, azione ed intervento a favore della pace del mondo.

    Christopher Dawson
    LA CRISI DELL'EDUCAZIONE OCCIDENTALE
    Brescia, Morcelliana, 1965, pp. 274, L. 2.000

    L'autore, molto noto in campo internazionale, inizia questo saggio originale con un'acuta indagine storica sull'educazione umanistica occidentale.
    La cultura dell'occidente (Europa e America) non si può ricondurre esclusivamente alle matrici classiche e a quelle originarie di ogni razza o popolo, mettendo volutamente da parte un intero millennio di permeazione cristiana.
    Proprio dall'abbandono delle tradizioni religiose, su cui la nostra civiltà è basata, per dedicarsi a organizzare e sfruttare il mondo con le tecniche economiche e scientifiche, deriva il disagio dell'uomo moderno, che nel corso del 20° secolo ha visto rivolgersi contro se stesso i progressi della tecnica, ed esperimenta sempre più la resistenza e la rivolta del mondo non occidentale a questo sfruttamento.
    La tesi dell'autore consiste nel proporre lo studio e l'insegnamento approfondito a livello universitario, della cultura cristiana (filosofia, letteratura e storia), «il solo che possa conferire all'educazione occidentale le capacità di risolvere i propri problemi e di salvaguardare la cultura occidentale dalle forze disgregatrici del nazionalismo e del razzismo».
    In appendice vengono riportati anche estesi programmi (adattati all'organizzazione degli studi propria delle Università americane) per l'attuazione di questo progetto.

    Silvio Riva
    INSEGNATE IL VANGELO
    Conversazioni religiose per gli alunni della scuola primaria.
    La Scuola Editrice, 1967, pp. 316, L. 1.500.

    Il volume, appartenente alla collana «Vita cristiana. Guide per la catechesi e la pastorale» presenta sessanta conversazioni (sul Credo, i Sacramenti e i Comandamenti) per le classi del secondo ciclo delle elementari.
    Si rivolge agli insegnanti di classe, che sono anche ordinariamente incaricati dell'insegnamento religioso. Partendo da un passo del Vangelo, ogni conversazione ne trae insegnamenti catechistici, che vengono applicati alla vita del fanciullo. Segue quindi un esempio in cui il Vangelo è presentato come vissuto dai santi o da cristiani esemplari: ne proviene per il fanciullo un impegno di vita e di studio, che comincia a realizzarsi fin dalla scuola con la compilazione del «quaderno di religione».


    T e r z a
    p a g i n A


    NOVITÀ 2024


    Saper essere
    Competenze trasversali


    L'umano
    nella letteratura


    I sogni dei giovani x
    una Chiesa sinodale


    Strumenti e metodi
    per formare ancora


    Per una
    "buona" politica


    Sport e
    vita cristiana
    rubrica sport


    PROSEGUE DAL 2023


    Assetati d'eterno 
    Nostalgia di Dio e arte


    Abitare la Parola
    Incontrare Gesù


    Dove incontrare
    oggi il Signore


    PG: apprendistato
    alla vita cristiana


    Passeggiate nel
    mondo contemporaneo
     


    NOVITÀ ON LINE


    Di felicità, d'amore,
    di morte e altro
    (Dio compreso)
    Chiara e don Massimo


    Vent'anni di vantaggio
    Universitari in ricerca
    rubrica studio


    Storie di volontari
    A cura del SxS


    Voci dal
    mondo interiore
    A cura dei giovani MGS

    MGS-interiore


    Quello in cui crediamo
    Giovani e ricerca

    Rivista "Testimonianze"


    Universitari in ricerca
    Riflessioni e testimonianze FUCI


    Un "canone" letterario
    per i giovani oggi


    Sguardi in sala
    Tra cinema e teatro

    A cura del CGS


    Recensioni  
    e SEGNALAZIONI

    invetrina2

    Etty Hillesum
    Una spiritualità per i giovani Etty


    Semi e cammini 
    di spiritualità
    Il senso nei frammenti
    spighe


    Note di pastorale giovanile
    via Giacomo Costamagna 6
    00181 Roma

    Telefono
    06 4940442

    Email

    Main Menu