Campagna
    abbonamenti
    QuartinoNPG2024


    Letti 
    & apprezzati


    Il numero di NPG
    marzo-aprile 2024
    600 cop 2024 2


    Il numero di NPG
    gennaio-febbraio 2024


    Newsletter
    marzo-aprile 2024
    NL 2 2024


    Newsletter
    gennaio-febbraio 2024


    P. Pino Puglisi
    e NPG
    PPP e NPG


    Pensieri, parole
    ed emozioni


    Post it

    • On line il numero di MARZO-APRILE di NPG sulla narrazione biblica, e quello di GENNAIO-FEBBRAIO sulle strutture pastorali.  E qui le corrispondenti NEWSLETTER: marzo-aprilegennaio-febbraio.
    • Attivate nel sito (colonna di destra "Terza paginA") varie nuove rubriche per il 2024.
    • Linkati tutti i DOSSIER del 2020 col corrispettivo PDF.
    • Messa on line l'ANNATA 2020: 118 articoli usufruibili per la lettura, lo studio, la pratica, la diffusione (citando gentilmente la fonte).
    • Due nuove rubriche on line: RECENSIONI E SEGNALAZIONI. I libri recenti più interessanti e utili per l'operatore pastorale, e PENSIERI, PAROLE

    Le ANNATE di NPG 
    1967-2024 


    I DOSSIER di NPG 
    (dall'ultimo ai primi) 


    Le RUBRICHE NPG 
    (in ordine alfabetico
    e cronologico)
     


    Gli AUTORI di NPG
    ieri e oggi


    Gli EDITORIALI NPG 
    1967-2024 


    VOCI TEMATICHE 
    di NPG
    (in ordine alfabetico) 


    I LIBRI di NPG 
    Giovani e ragazzi,
    educazione, pastorale

     


    I SEMPREVERDI
    I migliori DOSSIER NPG
    fino al 2000 


    Animazione,
    animatori, sussidi


    Un giorno di maggio 
    La canzone del sito
    Margherita Pirri 


    WEB TV


    NPG Facebook


    NPG Twitter



    Note di pastorale giovanile
    via Giacomo Costamagna 6
    00181 Roma

    Telefono
    06 4940442

    Email

    Beati i costruttori di pace



    (NPG 1969-12-79)

    GUERRA E PACE

    Canto: La notte del mondo («Cantata del terzo mondo» di Giombini)

    1. ... E CAINO UCCISE ABELE

    (diapositive)

    L E guardai, e vidi un cavallo pallido: e il nome che portava scritto era «morte», e l'inferno lo seguiva. E potere gli fu dato sopra la quarta parte della terra. E uccideva con la spada, con la fame, con la morte (Apoc).

    (quattro lettori, alternandosi)
    1 Uno scrittore francese ha scoperto che, nel periodo di storia conosciuta, sono stati firmati 8.000 trattati di pace. Tutti questi impegni solenni per terminare con la bomba H.
    2 Ci sono state 56 guerre fra il 1900 e il 1950. Queste 56 guerre hanno ucciso, distrutto, rovinato, 85 milioni di uomini.
    3 Trent'anni fa un uomo che comandava un popolo, ha gridato in faccia al mondo: «Noi siamo i più forti, quindi abbiamo ragione!».
    Conclusione:
    32 milioni di soldati rimasti sui campi di battaglia,
    20 milioni di vittime civili sotto i bombardamenti,
    26 milioni di scomparsi nei campi di concentramento,
    78 milioni di morti,
    45 milioni di senza tetto,
    38 milioni di profughi.
    4 Gli uomini di 30 anni, in Vietnam, non hanno vissuto neppure un giorno nella pace. La guerra continua in Israele e in Biafra. Dopo 2000 anni di cristianesimo.

    2. LE ETERNE CAUSE DELLA GUERRA

    (diapositive)

    G L'edificazione della pace esige, prima di tutto, che a cominciare dalle in-
    giustizie si eliminino le cause della discordia che fomentano le guerre. Molte occasioni provengono dalle disparità economiche e dal ritardo con cui vi si porta il necessario rimedio. Altre nascono dallo spirito di dominio, dal disprezzo delle persone e, per accennare ai motivi più reconditi, dall'invidia, dalla diffidenza, dall'orgoglio e da altre passioni egoistiche (GS 83).

    (cinque lettori in mezzo all'assemblea)
    G Rifiuto di Dio.
    1 Disdegnarono di conservare la vera conoscenza di Dio. Iddio li diede allora in balia della loro mentalità pervertita ed essi commisero cose indegne. Sono riboccanti di ogni sorta di ingiustizia, di malvagità, di avidità, di malizia, Sono pieni di invidia, di omicidi, di discordie, di inganni, di malignità.

    G Rivalità.
    2 Allora Caino disse ad Abele: «Andiamo in campagna!». Mentre erano in campagna, Caino si scagliò contro Abele, suo fratello e lo uccise. Allora Dio disse a Caino: «Dov'è Abele tuo fratello?». Quegli rispose: «Non lo so. Sono forse io il guardiano di mio fratello?». Dio riprese «Cosa hai fatto? La voce del sangue di tuo fratello grida a me dalla terra!».

    G Vendetta.
    3 Lamech allora disse: «Donne di Lamech, ascoltate il mio dire! Ho ucciso un uomo per una mia ferita, e un ragazzo per una mia contusione. Sette volte sarà vendicato Caino, ma Lamech settantasette volte!».

    G Passione.
    4 Davide nella lettera aveva scritto: «Ponete Uria nel primissimo fronte della battaglia: poi ritiratevi da lui, così che venga colpito a morte».

    G Orgoglio e potenza.
    5 Allora Erode, chiamati segretamente i Magi, disse: «Andate e informatevi accuratamente del bambino; e, quando lo avrete trovato, fatemelo sapere, affinché anch'io venga ad adorarlo». Erode, vistosi poi beffato dai Magi, si infuriò e mandò ad uccidere in Betlemme e in tutto il suo territorio, tutti i bambini di meno di due anni.

    Canto: Auschwitz

    3. LE NOSTRE MANI

    L Le vostre mani grondano sangue. Lavatevi, purificatevi, togliete il male dalle vostre azioni, ricercate la giustizia, soccorrete l'oppresso (Is 1,15-16).

    T Noi sappiamo
    che la guerra non è solo quella che scoppia o potrà scoppiare.
    Potenzialmente, essa è già tra noi:
    è il clima di violenza in cui viviamo.
    Per fare la pace, bisogna essere in due.
    Tutti abbiamo le mani sporche.
    Abbiamo le mani sporche
    per le nostre rivalità e le nostre vendette personali,
    per il nostro egoismo,
    per il desiderio sfrenato di eccellere e di dominare,
    per l'interesse che guida le nostre azioni,
    per il desiderio di conservazione.

    G in ogni innocente che muore ucciso, è Cristo che muore e che grida.

    Canto: Eli, Eli, lama sabactani («Salmi» di Giombini).

    4. INVOCAZIONE ALLA PACE

    G Di fronte alle prospettive di questi orrori, ogni uomo, senza distinzione di stirpe e di religione, desidera la pace.

    L Qui, come un tuono, è risuonato nei cuori
    un pressante invito all'unione.
    Nella luce della contemplazione, nel fuoco del sacrificio,
    si sono dimenticate le divisioni,

    s'è formato un solo grande cuore.
    Vieni o civile, vieni o barbaro,
    vieni indù o musulmano.
    Vieni tu o straniero, vieni o cristiano.
    Vieni o bambino, cambia mente
    e prendi la mano di tutti gli uomini.
    Vieni disprezzato:
    oggi ti sarà tolto il peso dell'ingiustizia (Tagore).

    T Fa' che vediamo, o Dio, il tuo amore. Concedi a noi la tua salvezza.
    Ascolterò la parola del Signore.
    Sì, Dio parla di pace al suo popolo, a chi torna a lui con il cuore.
    La sua salvezza è vicina a chi lo teme. La sua gloria abiterà la nostra terra. Si incontrano amore e verità,
    si baciano pace e giustizia.

    5. LA GUERRA E LA PACE QUI, IN MEZZO A NOI
    (conversazione con l'assemblea, alla scoperta di situazioni locali)

    6. CRISTO PRINCIPE DELLA PACE, NOI COSTRUTTORI DI PACE

    G Cristo è il costruttore di pace per eccellenza, perché è l'uomo che ha amato gli altri fino a morire per loro. Sulla sua culla gli angeli cantarono: «Gloria a Dio nell'alto dei cieli e pace in terra agli uomini di buona volontà!». Prima di passare da questo mondo al Padre, egli disse ai suoi discepoli: «Vi lascio la pace, vi do la mia pace; non ve la do come la dà il mondo».

    L Piacque a Dio di fare abitare in Cristo tutta la pienezza e per mezzo di lui, riconciliare a sé tutte le cose, facendo pace, per virtù del sangue della sua croce. E voi che eravate un tempo estranei e nemici, per i pensieri e le azioni malvage, ecco che egli vi ha riconciliati nel corpo della carne di lui, in virtù della sua morte, per farvi apparire santi e immacolati davanti a sé (Col 1,20-22).

    G Si collabora alla pace nel mondo, diventando uomini di pace nella comunità in cui viviamo, praticando la verità nell'amore.

    T O Dio dell'amore e della pace,
    ti domandiamo perdono,
    perché molte volte abbiamo cercato la vanagloria,
    provocandoci a vicenda e invidiandoci scambievolmente.
    Perché abbiamo agito per spirito di parte.
    Non abbiamo estirpato subito in mezzo a noi
    ogni amarezza, sdegno ed ira,
    ed abbiamo reso male per male.
    O Signore,
    Cristo, tuo Figlio, è la nostra pace.
    Per lui concedi a noi i frutti dello Spirito:
    carità, gioia, pace, longanimità, benignità,
    bontà, fedeltà, mitezza, temperanza. O Signore,
    fa' che accettandoci e perdonandoci reciprocamente,
    come Cristo ci ha perdonati,
    possiamo conservare sempre
    l'unità dello spirito nel vincolo della pace.
    Concedici la pienezza
    e la sovrabbondanza dell'amore scambievole e verso tutti;
    e così la pace di Cristo tuo Figlio,
    alla quale siamo stati chiamati nell'unità del medesimo corpo,
    regnerà sovrana nei nostri cuori.

    Canto: Shalom
    oppure: Una guerra d'amore («Salmi» di Giombini)


    T e r z a
    p a g i n A


    NOVITÀ 2024


    Saper essere
    Competenze trasversali


    L'umano
    nella letteratura


    I sogni dei giovani x
    una Chiesa sinodale


    Strumenti e metodi
    per formare ancora


    Per una
    "buona" politica


    Sport e
    vita cristiana
    rubrica sport


    PROSEGUE DAL 2023


    Assetati d'eterno 
    Nostalgia di Dio e arte


    Abitare la Parola
    Incontrare Gesù


    Dove incontrare
    oggi il Signore


    PG: apprendistato
    alla vita cristiana


    Passeggiate nel
    mondo contemporaneo

     


    NOVITÀ ON LINE


    Di felicità, d'amore,
    di morte e altro
    (Dio compreso)
    Chiara e don Massimo


    Vent'anni di vantaggio
    Universitari in ricerca
    rubrica studio


    Storie di volontari
    A cura del SxS


    Voci dal
    mondo interiore
    A cura dei giovani MGS

    MGS-interiore


    Quello in cui crediamo
    Giovani e ricerca

    Rivista "Testimonianze"


    Universitari in ricerca
    Riflessioni e testimonianze FUCI


    Un "canone" letterario
    per i giovani oggi


    Sguardi in sala
    Tra cinema e teatro

    A cura del CGS


    Recensioni  
    e SEGNALAZIONI

    invetrina2

    Etty Hillesum
    una spiritualità
    per i giovani
     Etty


    Semi e cammini 
    di spiritualità
    Il senso nei frammenti
    spighe


    Ritratti di adolescenti
    A cura del MGS


     

    Main Menu