Segnalazione

livatino

Rosario Livatino, un giudice contro la mafia
Paoline 2021 - pp. 112 – € 10,90


«Non chiamate me e neanche altri giudici ragazzini!
Non chiamateci giudici ragazzini, ma date ai ragazzini di oggi
i mezzi, lo spazio, l’opportunità, i modelli, le risorse
per essere fra qualche anno quei giudici
che sconfiggeranno ogni tipo di mafia,
impegnandosi per la giustizia e per il bene comune!».

 

Il libro
Rosario Livatino, il giovane giudice ucciso dalla mafia il 21 settembre 1990 (ad appena 37 anni), è modello, oggi, di una vita semplice ma intensa, di una dedizione al lavoro vissuto in modo coerente, di una fede profonda e concreta e di un saldo senso civico e del dovere, anche nella lotta quotidiana contro poteri forti come la mafia.
Lo scorso 21 dicembre 2020, papa Francesco ne ha riconosciuto il martirio, aprendo la strada della sua beatificazione, la cui cerimonia si svolgerà ad Agrigento il 9 maggio. Una data non casuale: in quello stesso giorno del 1993, nella Valle dei Templi, San Giovanni Paolo II pronunciò il suo forte monito contro gli uomini di mafia. Livatino sarà il primo magistrato beato nella storia della Chiesa.
Il giornalista, docente e scrittore Marco Pappalardo ne ripercorre la vicenda in un originale libro per ragazzi. Non chiamatelo ragazzino, questo il titolo del libro: pagine in cui parlano di lui e per lui la sua città, alcuni oggetti personali, i luoghi di studio e di lavoro, i simboli della fede e della giustizia, e alcuni testimoni. Si può vivere fin da ragazzi un’esistenza piena, ricca di speranza e interesse per il bene di tutti. E un appellativo come “ragazzino” non rende certo giustizia all’impegno di Livatino.
Il libro, arricchito dalle illustrazioni di Roberto Lauciello, è pensato in particolare per ragazzi dai 10 ai 15 anni e all’utilizzo nelle scuole, come testo per le ore di Educazione Civica, di Narrativa e per i progetti sulla Legalità, pensando magari ad appuntamenti importanti come la Giornata Nazionale della Legalità, il 23 maggio (giorno in cui si ricorda la strage di Capaci). Alla fine di ogni capitolo: domande ed esercizi per “allenare” i ragazzi alla legalità e alla speranza.
La Prefazione è del magistrato Sebastiano Ardita, componente del Consiglio Superiore della Magistratura.

Gli autori
Marco Pappalardo (1976), giornalista e docente di Lettere. È impegnato a diversi livelli negli ambiti dell’educazione digitale, della catechesi, del volontariato e della comunicazione. Ha scritto oltre 20 libri su temi educativi e religiosi, alcuni tradotti in più lingue. Con Paoline ha pubblicato 3P. Padre Pino Puglisi (2018).
Roberto Lauciello è un illustratore e fumettista genovese, ha lavorato tra gli altri per Topolino e per EL Edizioni. Per Paoline ha illustrato tra gli altri Tutta colpa del Wanga! di Guido Quarzo e Zuppa fatata, zuppa stregata.

locandina

“Educare alla fraternità – Uno sguardo sul mondo con gli occhi di Francesco” è il tema dell’incontro nazionale di formazione per la cura dei piccoli organizzato per il prossimo 24 aprile da Ordine Francescano Secolare d’Italia e Gifra d’Italia e che nasce dall’avere accolto l’invito di papa Francesco a siglare un impegno concreto alla costruzione di un “Patto Educativo Globale”.
Destinatari dell’incontro sono tutti coloro che operano nel campo dell’educazione: insegnanti, allenatori, musicisti, animatori, catechisti, genitori ma e chiunque, a vario titolo, sia impegnato nella cura dei piccoli, non solo in parrocchia ma anche in ambito lavorativo, universitario o altro.
L’evento, trasmesso da remoto a causa delle restrizioni dovute alla pandemia, si articolerà in due momenti. Nella prima fase, aperta a tutti e trasmessa su YouTube dalle ore 9,30 alle ore 12,00 si terrà una tavola in cui si confronteranno il prof. Pierpaolo Triani, Professore ordinario di Pedagogia Generale e Sociale presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore, e Suor Barbara Matrecano, suora francescana Alcantarina, attualmente segretaria personale del vescovo di Nola ma già collaboratrice del Pontificio consiglio dell’Unità dei Cristiani, sul tema portante della giornata, il formarsi per educare le nuove generazioni alla fraternità. La seconda fase, invece, sarà vissuta su Zoom dalle ore 15.00 alle ore 18.00 e sarà caratterizzata da laboratori su tre temi: “Educare alla testimonianza: essere discepoli credibili e appassionati”; “Educare alla relazione: il custode di mio fratello”; “Educare all’ascolto: coltivare l’interiorità e gli spazi di silenzio creativo”. Le iscrizioni ai laboratori del pomeriggio sono state chiuse lo scorso 13 aprile, con un grande numero di partecipanti.
“Se, come ricorda il Papa, educare è un modo di essere, - affermano gli organizzatori - allora noi da educatori in quanto animatori araldini, istruttori di nuoto, maestri, catechisti, professori ed eterni bambini, non possiamo smettere di imparare. Per provare a insegnare qualcosa non ci si può esimere dall’impararla prima. E nel nostro caso ciò che vogliamo imparare è un modo d’essere prima ancora che un modo di fare. Il miglior insegnamento lo possiamo fornire incarnandolo”.
Per seguire l’evento basterà collegarsi al canale YouTube dell’OFS d’Italia (https://www.youtube.com/c/OFSd’Italia).
Maggiori informazioni sono disponibili sul sito www.ofs.it o all’indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

 Segnalazione

ferraroli

San Paolo 2021 - pp. 240 - € 18,00 


Un libro che parla di fondamentali educativi con la potenza di una sinfonia: Lorenzo Ferraroli mette tutta la sua esperienza in queste pagine, che tratteggiano chi sono i ragazzi di oggi e chi possiamo (chi dovremmo) essere noi genitori per loro: adulti che testimoniano la pienezza e la gioia della vita; padri e madri che si mettono in ascolto, che praticano la pazienza e non l’ansia, che allenano alla grinta, che seminano la speranza, che orientano nelle scelte difficili e coltivano nelle nuove generazioni la voglia di infinito.
«Un libro che dovremmo (tutti) leggere e meditare: genitori e insegnanti, psicologi e psicoterapeuti, sacerdoti e anche giovani che vogliano conoscere un educatore capace di immedesimarsi nei loro problemi e nelle loro inquietudini dell’anima, nella loro fragilità e nelle loro attese, nelle loro illusioni e nelle loro speranze, nei loro sogni, e capace di comprenderne i significati con l’intelligenza del cuore, e non con la sola lama della ragione.»
(Dalla Prefazione di Eugenio Borgna)

Segnalazione

fare casa

pp. 352 - € 25,00


Il libro

Ripensare in modo radicale la pastorale giovanile, perché parta da un reale ascolto dei giovani e dei loro vissuti: questa l'esigenza alla base delle riflessioni del presente volume, che vede nella pratica di vita comune temporanea una proposta educativa capace di rispondere ai bisogni e alla crescita nella fede durante la giovinezza. Scopo del testo è fornire quell'impalcatura teorica interdisciplinare di riferimento che rifletta su implicazioni, dinamiche e obiettivi educativi in gioco, e senza la quale qualsiasi sforzo, per quanto appassionato, risulterebbe poco efficace. 
I tre ampi capitoli (Confini: giovani, fede e sfide emergenti; Orizzonti: criteri interpretativi; Prospettive: rilettura e possibilità di rilancio) e il congedo (L’incredibile fascino di un’eloquenza discreta) sono “inquadrati” in una cornice significativa, la Prefazione del vescovo di Milano Mario Delpini e la Postfazione di Rossano Sala: “Profezia di comunità. Appunti sulla riforma familiare della Chiesa”. Dunque un impegno concreto di Chiesa, e una nuova riflessione teologico-pastorale che innerva la PG.

L'Autore

Samuele Marelli, nato nel 1976 e presbitero della diocesi di Milano dal 2002, è licenziato in Teologia Pastorale all'Università Pontificia Salesiana. Oltre ad aver svolto la sua attività pastorale in alcune parrocchie e oratori e aver insegnato alle scuole superiori, è stato direttore e presidente della Fondazione Oratori Milanesi, responsabile di Oratori Diocesi Lombarde e consulente ecclesiastico del comitato di Milano del Centro Sportivo Italiano. Con Centro Ambrosiano ha pubblicato Istantanee dall'oratorio (2017).

Sull'oggi

coronavirus 

Dall'ultimo numero di FEERIA, bella rivista culturale (per un dialogo tra esodo e avvento):

√ Fragilità, una risorsa per restare umani
Bruno Meucci


Dall'ultimo numero di DOPPIOZERO, rivista culturale on line ed editrice:

√ Tempo presente: dormirci su
Enrico Parsi

√ Che ne sarà della solitudine?
Mauro Portello

Nel numero di aprile di AGGIORNAMENTI SOCIALI, una riflessione/intervista sui giovani in questo tempo di lockdown,  e un editoriale di analisi sociopolitica.

√ Vite scombussolate: i giovani del lockdown
Alberto Pellai - Giuseppe Riggio

 Faccia a faccia col futuro: le transizioni del nostro Paese
Giuseppe Riggio  


Per una lettura-comprensione a più vasto raggio del nostro tempo, proponiamo due pregevoli articoli che sono comparsi sulla nostra Newsletter di gennaio, come "sostegno" al dossier sul nuovo secolo che inizia:

√ Un mondo nuovo?
Giulio Sapelli, Professore ordinario di Storia economica 


√ 
I dettagli di Cassandra
Luisa Bonesio, Geofilosofa

(FONTE: Notiziario della Banca Popolare di Sondrio - Numero 143 - agosto 2020)


Entriamo in contatto con un filosofo tedesco la cui voce oggi è molto molto ascoltata

 Byung-Chul-Han. La società senza dolore
Una "recensione" di Davide Sisto


Due articoli proprio sull'oggi del XXI secolo:

Il tempo della complessità
Mauro Ceruti

La lotta delle ideologie secondo Thomas Piketty
Annamaria Testa


Sul Papa, a otto anni dalla sua elezione

√ Francesco e noi. Dialogo fra un economista e una filosofa
Roberta De Monticelli * - Giacomo Costa **

* Già professore ordinario di Filosofia della persona - Università San Raffaele, Milano
** Già professore ordinario di Economia monetaria - Università di Pisa

(FONTE: Notiziario della Banca Popolare di Sondrio - Numero 144 - dicembre 2020)


In occasione della morte di Hans Küng e in sua memoria pubblichiamo una specie di sintesi esistenziale-teologica della sua visione della vita, da un suo famoso libro

L'arte della vita