SEGNALAZIONE


 

sacramentalità parola cop

Che rapporto esiste fra parola di Dio e liturgia? Se oggi si parla di “sacramentalità della Parola”, espressione comparsa in un recente testo del magistero (Verbum Domini), è grazie a un lungo ripensamento di quel rapporto.
Il presente volume, scritto a quattro mani da un biblista e da un teologo, intende mettere a fuoco il concetto attraverso un itinerario strutturato in quattro momenti. Il primo ricostruisce il percorso che ha condotto a formulare il tema e segue le tappe principali della sua acquisizione. Il secondo si interroga sulla possibilità di un discorso biblico sul carattere “sacramentale” della parola di Dio, alla luce di alcuni passi dell’Antico e del Nuovo Testamento. Il terzo momento esamina criticamente le proposte teoriche più rilevanti che, nel corso del Novecento, hanno offerto una elaborazione coerente dell’argomento. La sezione conclusiva è infine dedicata a una ripresa delle questioni principali implicate nel tema.
Una sintesi biblica, sistematica e liturgica su un nodo-chiave della vita ecclesiale.

Andrea Bozzolo, 1966, sacerdote salesiano, dottore in lettere classiche e in teologia, insegna teologia sistematica presso la sezione torinese della Facoltà di teologia dell’Università Pontificia Salesiana, presso la Facoltà teologica dell’Italia settentrionale di Milano e presso il Pontificio Istituto Teologico «Giovanni Paolo II» di Roma.

Marco Pavan, 1975, che è monaco e vive in un eremo in provincia di Arezzo, insegna Antico Testamento alla Pontificia Università «S. Tommaso d’Aquino» di Roma e alla Facoltà teologica dell’Italia centrale di Firenze.

SOMMARIO

* * * * *

Matteo Natale

pp. 104 - € 12,00

È tempo di prestare maggiore attenzione a quel miracolo della «natalità» di cui ha parlato Hannah Arendt. È tempo di sondare più in profondità il miracolo dell'essere nati ed il miracolo di aver fatto fronte alla vita e di essercela cavata con essa, quando eravamo bambini, solo bambini. È tempo di scovare meglio le radici di quel portentoso coraggio di essere e di esserci che di continuo ci dona la forza per rinnovare la nostra fiducia e la nostra speranza. È proprio su questa via, infatti, che più felicemente potremo andare di nuovo incontro al Natale: incontro a quella festa che nella fede celebra la meraviglia della nascita al mondo di Dio nel piccolo di Nazareth ed in essa l'offerta a ciascuno di noi della grazia di sempre nuovi inizi, nuove ripartenze, nuovi «natali».

* * * * *

HEART UP

il Messalino per Cuori giovani da mettere nello zaino

MessGiovani Copertina 1

Uno strumento semplice ed efficace per un'autentica esperienza di discepolato.
Partendo dal Vangelo del giorno, sacerdoti e giovani laici offrono un commento, una preghiera ed un impegno, facendone un’agile e profonda dotazione quotidiana che ciascun giovane mette nel proprio zaino.
4 numeri all’anno, a cadenza trimestrale (1. Avvento/Natale e Tempo ordinario; 2. Quaresima/Tempo Pasquale; 3. Estate; 4. Autunno).
Una novità non solo per le librerie, ma soprattutto un’opportunità che, come richiama papa Francesco, sia capace di “suscitare e accompagnare processi, non imporre percorsi” (CV 297) perché, soprattutto i giovani, possano scegliere liberamente e gioiosamente di seguire Gesù come Maestro di vita.
Per informazioni e prenotazioni rivolgersi a:
- 345.1055755 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. – www.messalinogiovani.it
- 329.4447013 – Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Qui lo presenta l'ideatore, don Pasquale Fracasso

Passeggiate nel

mondo contemporaneo

480 citta

È una rubrica, questa, che avrà il suo sviluppo parte nel sito e parte nel cartaceo.
E l'idea di essa è balzata quasi spontanea alla lettura del pregevole numero 1/2018 di ITINERARI (ed esperienze di cristiani nel mondo del lavoro), edita dalle Edizioni Solidarietà a cura del Centro Studi Bruno Longo di Torino.
Il titolo era "Sei passeggiate nel bosco contemporaneo" (con immediato richiamo a Umberto Eco), a cura di Oreste Aime, che aveva fatto di un "problema editoriale" (il mancato arrivo di alcuni articoli) una pregevole opportunità (come il panettone da una dimenticanza del fornaio!) per offrire al lettore - utilizzando diversi fili narrativi - un percorso di comprensione nel mondo contemporaneo.
Filosofia, sociologia, antropologia, informatica, scienza, teologia, riflessione sapienziale... tutti strumenti utili per cogliere uno o vari aspetti del mondo che viviamo, di una contemporaneità che perlopiù ci sfugge, essendo il nostro occhio (della mente) più abituato alle distanze (del passato e magari anche del futuro).
I libri che lui presentò sono davvero significativi in questo percorso di comprensione.
Qui sotto, come inizio della rubrica, riportiamo i vari capitoli di quel numero, per avviare il lettore.
E per la gentilezza del permesso di pubblicazione ringraziamo sentitamente l'Autore e l'Editore sopra citati.
Ma poi intendiamo procedere noi di NPG per offrire nuovi strumenti concettuali, reti interpretative.
Abbiamo chiesto ai membri della Redazione di dirci sei libri culturalmente significativi, secondo loro, in questa direzione, e utili anche per gli operatori pastorali perché possano fare una lettura "filtrata" dalle loro esigenze e dai loro bisogni (non è a questo anche che aiutano i libri validi?).
Abbiamo avuto molte (diversificatissime) risposte... e adesso a mano a mano ognuno di loro presenterà "il primo della sua lista".
È un invito ad addentrarci nella vita del mondo e della sua comprensione, non solo per "contemplare" il mondo ma per (pastoralmente) "trasformarlo". Parola grossa... ma qualche passetto non è proprio possibile farlo? Altrimenti cosa diciamo ai giovani, che va sempre tutto bene e che il regno di Dio è soltanto qualcosa di ultraescatologico?
Il primo passo sarà ovviamente la pubblicazione sulla rivista, poi la "messa on line" qui.
PS. Qui la rivista ITINERARI on line, con possibilità di accesso - in modo aperto e gratuito - a tutti i numeri del 2019.


SEI (più una) PASSEGGIATE NEL BOSCO CONTEMPORANEO

Oreste Aime

1. La quarta rivoluzione. Il mondo nell’infosfera
(Luciano Floridi, La quarta rivoluzione. Come l’infosfera sta trasformando il mondo, Cortina, Milano 2017 - ed. or. 2014)

2. Autodeificazione
(Noah Yuval Harari, Homo Deus. Breve storia del futuro, Milano, Bompiani 2017 - ed. or. 2015)

3. Indicibile eppur visibile. Una catastrofe annunciata
(Roberto Calasso, L’innominabile attuale, Adelphi, Milano 2017)

4. Il mondo in metamorfosi
(Ulrick Beck, La metamorfosi del mondo, Laterza, Roma-Bari 2017 - ed. or. 2016)

5. Indietro tutta!
(Zygmunt Bauman, Retrotopia, Laterza, Roma-Bari 2017 - ed. or. 2017)

6. Nel tempo e nei luoghi della complessità
(Mauro Ceruti, Il tempo della complessità. Conversazioni con Walter Mariotti, Cortina, Milano 2018)

7. Autonomia degli stili di vita e spiritualità
(Luigi Berzano, Quarta secolarizzazione. Autonomia degli stili, Mimesis, Milano-Udine 2017)



RECENSIONI D'AUTORE

La redazione di NPG

(da gennaio 2021)

Altre rime...

rime buccali

Il mondo della scuola, oggi in uno dei suoi momenti più difficili, raccontato ogni settimana attraverso il caleidoscopio della parola poetica. Nasce così "Rime Buccali", la nuova rubrica del giovedì curata dall’insegnante e giornalista Marco Pappalardo.
Dalle linee guida del Miur, il distanziamento fisico - inteso come 1 metro fra le rime buccali degli alunni - rimane un punto di primaria importanza nelle azioni di prevenzione; proprio per questo ci sono altre "rime" necessarie, quelle che ci uniscono pur a distanza, che creano " questa corrispondenza di amorosi sensi".


Qui il link
:

https://www.sicilianpost.it/la-porta-della-speranza/?fbclid=IwAR0z4f80jxvfeucjM8AVb1-4LJ5t-NW075uEveKTCYPKF5rL5EXHPEltAvs

* * * * *