Attesi dal suo amore
    Proposta pastorale 2024-25 

    MGS 24 triennio

    Materiali di approfondimento


    Letti 
    & apprezzati


    Il numero di NPG
    speciale sussidio 2024
    600 cop 2024 2


    Il numero di NPG
    maggio-giugno 2024
    600 cop 2024 2


    Newsletter
    SPECIALE 2024
    SPECIALE SUSSIDIO 2024


    Newsletter
    maggio-giugno 2024
    MAGGIO-GIUGNO 2024


    P. Pino Puglisi
    e NPG
    PPP e NPG


    Pensieri, parole
    ed emozioni


    Post it

    • On line il numero SPECIALE di NPG con gli approfondimenti della proposta pastorale, e quello di MAGGIO-GIUGNO sui "buchi neri dell'educazione".  E qui le corrispondenti NEWSLETTER: specialemaggio-giugno.
    • Attivate nel sito (colonna di destra "Terza paginA") varie nuove rubriche per il 2024.
    • Linkati tutti i DOSSIER del 2020 col corrispettivo PDF.
    • Messa on line l'ANNATA 2020: 118 articoli usufruibili per la lettura, lo studio, la pratica, la diffusione (citando gentilmente la fonte).
    • Due nuove rubriche on line: RECENSIONI E SEGNALAZIONI. I libri recenti più interessanti e utili per l'operatore pastorale, e PENSIERI, PAROLE

    Le ANNATE di NPG 
    1967-2024 


    I DOSSIER di NPG 
    (dall'ultimo ai primi) 


    Le RUBRICHE NPG 
    (in ordine alfabetico
    e cronologico)
     


    Gli AUTORI di NPG
    ieri e oggi


    Gli EDITORIALI NPG 
    1967-2024 


    VOCI TEMATICHE 
    di NPG
    (in ordine alfabetico) 


    I LIBRI di NPG 
    Giovani e ragazzi,
    educazione, pastorale

     


    I SEMPREVERDI
    I migliori DOSSIER NPG
    fino al 2000 


    Animazione,
    animatori, sussidi


    Un giorno di maggio 
    La canzone del sito
    Margherita Pirri 


    WEB TV


    NPG Facebook

    x 2024 400


    NPG X

    x 2024 400



    Note di pastorale giovanile
    via Giacomo Costamagna 6
    00181 Roma

    Telefono
    06 4940442

    Email


    Trasformare il passato

    nel futuro

    Sheminì (Lv 9,1-11,47)

    Daniel Taub

    Resurrection of the Dead vision

    Il passo di Lv 9,1-11,47 è meglio noto per la tragedia che colpisce i due figli di Aronne, Nadab e Abiu. Evidentemente sopraffatti dal privilegio di servire nel tabernacolo, portano di persona una strana offerta e ad essere consumati dal fuoco sono proprio loro. La tragedia si colloca al centro della lettura. Ma agli occhi dei rabbi l'imminente tragedia è prefigurata proprio all'inizio, nella primissima parola, vayehì ("E avvenne").

    Il Talmùd (trattato Megillàh 10b, 'or hachayyìm 9,1) osserva che la parola vayehì ("E avvenne") compare quasi sempre nella Bibbia come preludio a tribolazioni e disastri. Per contrasto, vehayàh ("E avverrà") introduce invariabilmente un periodo di speranza e prosperità. Rabbi Zvi Yehuda Kook suggerisce che questo strano fenomeno si può spiegare con un'inconsueta regola grammaticale. Entrambe le parole vayehì e vehayàh usano un'insolita congiunzione ebraica detta vaw inversivo (hahi - puch), un prefisso che modifica i verbi dal tempo passato al futuro, e dal futuro al passato.
    Così yehì significa "accadrà", mentre vayehì significa "e accadde". Per contro, il termine ha - yàh significa "fu", mentre vehayàh significa "sarà", al futuro.

    Come suggerisce Kook, in questa oscura regola grammaticale risiede un indizio sull'atteggiamento ebraico nei confronti del tempo e della tradizione. Il nostro scopo deve essere di prendere il passato, la nostra eredità e la nostra tradizione, e trasformarlo in un futuro vivo. Quando lo facciamo, abbiamo un'indicazione certa che il futuro è promettente. Quando invece facciamo il contrario e seppelliamo le nostre speranze nel futuro sotto le macerie del passato, allora seguirà di certo una tragedia.

    Un esempio toccante dell'approccio del ve - hayàh è la cerimonia della notte di Pasqua. Questa drammatica rappresentazione di un evento della storia antica sembra, alla luce di ciò, un esempio di come il presente si volga nel passato. Ma in realtà la notte di Pasqua guarda avanti. Torniamo indietro nella storia per ricordare a noi stessi come siamo in realtà ancora in viaggio verso il futuro e il punto culminante della riproposizione non è il passato, ma il futuro: l'anno prossimo a Gerusalemme!


    T e r z a
    p a g i n A


    NOVITÀ 2024


    Saper essere
    Competenze trasversali


    L'umano
    nella letteratura


    I sogni dei giovani x
    una Chiesa sinodale


    Strumenti e metodi
    per formare ancora


    Per una
    "buona" politica


    Sport e
    vita cristiana
    rubrica sport


    PROSEGUE DAL 2023


    Assetati d'eterno 
    Nostalgia di Dio e arte


    Abitare la Parola
    Incontrare Gesù


    Dove incontrare
    oggi il Signore


    PG: apprendistato
    alla vita cristiana


    Passeggiate nel
    mondo contemporaneo
     


    NOVITÀ ON LINE


    Di felicità, d'amore,
    di morte e altro
    (Dio compreso)
    Chiara e don Massimo


    Vent'anni di vantaggio
    Universitari in ricerca
    rubrica studio


    Storie di volontari
    A cura del SxS


    Voci dal
    mondo interiore
    A cura dei giovani MGS

    MGS-interiore


    Quello in cui crediamo
    Giovani e ricerca

    Rivista "Testimonianze"


    Universitari in ricerca
    Riflessioni e testimonianze FUCI


    Un "canone" letterario
    per i giovani oggi


    Sguardi in sala
    Tra cinema e teatro

    A cura del CGS


    Recensioni  
    e SEGNALAZIONI

    invetrina2

    Etty Hillesum
    una spiritualità
    per i giovani
     Etty


    Semi e cammini 
    di spiritualità
    Il senso nei frammenti
    spighe


    Ritratti di adolescenti
    A cura del MGS


     

    Main Menu